«Con le statistiche sulle serie storiche si possono effettuare investimenti vincenti sul mercato»

di Gianmichele Laino | 19/06/2020

proiezioni di borsa

«I cicli finanziari seguono la filosofia di Giovan Battista Vico: ci sono corsi e ricorsi storici». Potrebbe benissimo essere l’epigrafe in testa al sito Proiezioni di Borsa, una delle più interessanti realtà dell’editoria economica in Italia. Gerardo Marciano, che ha fondato il sito nel 2007 insieme a un ricercatore dell’Università di Napoli, ha parlato con Giornalettismo dell’attuale quadro economico-finanziario nel nostro Paese e nel mondo. Senza, tuttavia, lasciarsi andare a quei catastrofismi che, quotidianamente, sentiamo in televisione o leggiamo sulla stampa specializzata.

LEGGI ANCHE > E anche oggi l’opposizione che voleva confronti in aula non si è presentata in aula

Proiezioni di Borsa, il progetto di Gerardo Marciano

«Noi abbiamo fatto una cosa che in altri Paesi del mondo nessuno ha fatto – ci dice -: abbiamo studiato i mercati azionari dal punto di vista della loro storia e su di essa abbiamo effettuato delle statistiche e calcoli di probabilità. E abbiamo notato che a determinate cause corrispondono determinati effetti. Abbiamo studiato il ciclo a dieci anni  e abbiamo scoperto che considerando qualsiasi decennio che parte dall’1 e va all’anno 10, i minimi si formano intorno secondo anno del decennio, al più nel primo trimestre del terzo anno; i massimi, invece, si registrano nel decimo anno».

proiezioni di borsa

Nemmeno questo decennio appena vicino alla fine, insomma,  è  sfuggito a questa logica, e il coronavirus è stato un pretesto che ha fatto ripetere gli eventi ciclici. «Le statistiche sono la nostra mappa – ci dice Gerardo Marciano -, esattamente come per una persona che guida in strada con un navigatore. Chiaro che, lungo il percorso, possano esserci delle varianti».

Grazie a questa idea, Proiezioni di Borsa è diventato un progetto vincente. Ogni giorno, il suo fondatore interviene nelle trasmissioni di Radio Axel 24, l’emittente più seguita dagli italiani nelle Canarie e in Spagna. Punta a raddoppiare i suoi utenti unici oggi ad oltre un milione giornalieri (fissando l’ambizioso obiettivo dei 3 milioni al giorno) entro 12-18 mesi, di completare l’iter per diventare una testata giornalistica con la direzione di Rossana Prezioso e di arrivare a essere quotata in borsa.

Cosa fa Proiezioni di Borsa

«Quello che fa Proiezioni di Borsa è unico al mondo – continua Gerardo Marciano – perché studiamo le serie storiche. E grazie allo studio delle serie storiche negli ultimi 13 anni abbiamo effettuato previsioni vincenti nell’85,1% dei casi. Attualmente, ad esempio, sosteniamo che ci sarà un rimbalzo fino al luglio del 2021, un nuovo ribasso fino al massimo al marzo del 2023. Fra il 2022 ed il 2023 dovrebbe formarsi il minimo per il prossimo decennio dei mercati azionari».

Il team di Gerardo Marciano ha offerto, pertanto, delle indicazioni utili per gli investitori che premiano il progetto attribuendogli autorevolezza. «L’investimento sulle borse mondiali iniziato in qualsiasi momento che abbia una durata di 10 anni comporta la probabilità di avere un rendimento positivo quasi nel 100% dei casi, probabilità che passa all’80% se l’investimento si sviluppa nel corso dei 5 anni. Al contrario, chi investe con un orizzonte di un anno (ad esempio comprando il 1 gennaio  e vendendo il 31 dicembre) ha le probabilità a favore nel terzo, quarto, quinto, sesto, ottavo e nono  anno del decennio». Una ricetta apprezzata, soprattutto da analisti internazionali e che porta il progetto ad avere un posizionamento nel ranking, tra i siti economici italiani, altissimo.

TAG: finanza