Dopo due giorni dal video della Raggi sui rifiuti, Di Maio dice: «Forza Virginia, siamo con te»

di Redazione | 08/07/2019

post Di Maio
  • Luigi Di Maio ha finalmente preso le difese di Virginia Raggi

  • In mattinata si erano diffuse voci su una loro presunta rottura

  • Le parole del leader M5S 48 ore dopo il primo video della sindaca sui rifiuti

Due giorni, 48 ore. Tanto impiega Luigi Di Maio a farsi sentire dopo il primo video in cui Virginia Raggi, sindaca di Roma, si avvicina a un impianto per lo smaltimento dei rifiuti di Aprilia (che si rivelerà non quello giusto) e accusa Nicola Zingaretti di rendere impraticabile la sua stessa ordinanza anti-monnezza nella Capitale. Il silenzio del leader del Movimento 5 Stelle aveva fatto rumore.

LEGGI ANCHE > Il silenzio del M5S (meno Di Battista) sui video di Virginia Raggi sui rifiuti

Post Di Maio difende Virginia Raggi

Ed era continuato anche nella giornata di ieri, quando la stessa Virginia Raggi – questa volta davanti all’impianto di smaltimento giusto – era andata e lo aveva trovato chiuso, pur sapendo che avrebbe aperto soltanto a partire da lunedì 8 luglio. Subito erano fioccate interpretazioni di questi silenzi, con virgolettati strappati alla sindaca dai retroscenisti. La Raggi avrebbe detto che con quelli del nazionale del M5S non voleva più avere nulla a che fare.

Per questo motivo oggi è partita la rincorsa alla smentita. Per la prima volta dopo tanto tempo, la sindaca è tornata a parlare del suo rapporto con Luigi Di Maio, che ha definito sereno e franco come sempre. Poi, in serata, dopo aver ricevuto gli omaggi della sindaca, è stato lo stesso vicepremier a tesserne le lodi in un lungo post in cui c’è di tutto: da mafia Capitale alle presunte buche di Milano, dagli arresti e dalle indagini dei sindaci del Pd, all’abbattimento delle villette dei Casamonica.

L’elogio della sindaca di Roma nel post Di Maio

«Virginia Raggi – ha scritto Di Maio – si è rimboccata le maniche, scegliendo sempre trasparenza e legalità, lavorando sodo per restituire a fine mandato una Roma che si possa rialzare, tornando a offrire servizi dignitosi, rifacendo strade, combattendo la criminalità. Noi sappiamo bene cosa significa, ad esempio, abbattere le villette dei Casamonica. Cosa significa licenziare dipendenti furbetti, finiti nello scandalo Parentopoli. Cosa significa smantellare il sistema degli scrocconi che pagavano affitti da due lire per appartamenti di lusso su Piazza Navona. Avanti Virginia, continua a combattere a testa alta. Noi siamo con te!».

Se si considera il ruolo importante che la Regione Lazio ha avuto nell’abbattimento delle villette abusive dei Casamonica e se si taglia la parte relativa alla stampa nemica, storico ritornello del Movimento 5 Stelle totalmente vanificato dall’attuale situazione della comunicazione politica dalla Rai in giù, resta il rinnovamento della fiducia da parte di Di Maio a Virginia Raggi. Con tempistiche comode e, soprattutto, telefonate dall’esigenza di fare buon viso a cattivo gioco rispetto alle notizie uscite sui principali quotidiani questa mattina.