Il post virale di Beppe Fiorello dopo la revoca degli arresti per Mimmo Lucano

di Redazione | 17/10/2018

post Beppe Fiorello

«Sei stato scomodo, Mimmo, perché hai il volto della Calabria giusta». Con questa frase, l’attore Beppe Fiorello – che ha interpretato il ruolo di Mimmo Lucano in una fiction la cui messa in onda è stata sospesa – ha chiuso un post commovente sui social network in cui ha voluto parlare della notizia della revoca degli arresti domiciliari per il sindaco di Riace.

LEGGI ANCHE > L’appello di Beppe Fiorello al Papa in difesa del sindaco di Riace

Beppe Fiorello e il post per Mimmo Lucano

«Ti hanno isolato e fatto fuori come fossi il peggiore dei mafiosi – ha scritto Beppe Fiorello -, come fossi uno di quelli che ha rubato 49milioni di euro allo Stato, come fossi stato un evasore, come fossi stato un sindaco che separa bambini di colore da quelli Italiani nella mensa di una scuola italiana, come fossi uno di quei politici che hanno trattato con la mafia negli anni di fuoco in cui furono uccisi Falcone e Borsellino, ecco tutti questi amico mio mio sono liberi, liberi di tornare a casa e vivere insieme a noi onesti».

I riferimenti alla Lega sono evidenti

I riferimenti alla Lega sono evidenti ed espliciti. Giuseppe Fiorello ha voluto ricordare anche la prossimità con il sindaco di Riace, frequentato moltissimo dall’attore per avere modo di calarsi al meglio nella sua parte.

Ieri sera, è stata diffusa la notizia della revoca dei domiciliari. Nella mattinata di oggi, Fiorello ha voluto esprimere il suo pensiero sulla vicenda, con un post che ha commosso il web: «Molti giornalisti che per anni hanno difeso a viso aperto i corrotti, politici che hanno conosciuto e collaborato spalla a spalla con i peggiori evasori e truffatori dello Stato – ha scritto Fiorello -, improvvisamente sono diventati garantisti, scrupolosi, attenti, cosa che invece non sono mai stati quando ha riguardato i loro interessi personali, ti hanno condannato per aver usato soldi pubblici in modo disordinato NON SCORRETTO, di hanno accusato di aver tolto la possibilità di affidare la raccolta dei rifiuti alla n’drangheta per lasciarla a Riace sotto il tuo stretto controllo».

Una vera e propria dichiarazione di sostegno incondizionato da parte dell’attore. Questo legame è stato sancito anche dalla scelta che Beppe Fiorello ha fatto della fotografia a corredo del suo post: tre istantanee di un abbraccio sincero, tra lui e il sindaco di Riace Mimmo Lucano.

(Foto di copertina da archivio Ansa. Credit immagine: Salvatore Esposito / Pacific Press via ZUMA Wire)