Abbiamo sottoscritto la petizione di Italia Viva per la carta d’identità sui social (senza usare la carta d’identità)

di Gianmichele Laino | 29/10/2019

petizione carta d'identità

Il diavolo fa le pentole, ma non i coperchi. Utilizziamo questo vecchio adagio per raccontarvi la nostra esperienza sul sito di Italia Viva. Oggi, il deputato renziano Luigi Marattin ha lanciato una proposta: l’inizio di un iter parlamentare per dotare il nostro Paese di una legge che permetta l’iscrizione sui social network soltanto dopo aver fornito la propria carta d’identità. Per rafforzare questa iniziativa, Italia Viva ha lanciato una raccolta firme sul proprio sito.

LEGGI ANCHE > Sulla proposta renziana di iscriversi ai social network con la carta d’identità

Petizione Italia Viva per la carta d’identità sui social

Ve lo diciamo subito, a scanso di equivoci. Per firmare la petizione sul sito di Italia Viva non c’è bisogno della carta d’identità. È il paradosso di chi si sta battendo contro le identità false e contro i profili fasulli che infestano i social network.

Per questo, dopo aver appurato che – dopo il nostro esperimento – sarebbe stato possibile ritirare la firma per evitare di influenzare sebbene per una quota millesimale la raccolta promossa da Italia Viva, ci siamo lanciati in questo tentativo documentato passo dopo passo dagli screenshot del nostro monitor.

Cosa succede se firmi la petizione Italia Viva sulla carta d’identità

Siamo andati nella sezione Iniziative e Petizioni e abbiamo selezionato il campo Basta fake: stop ai profili falsi sui social network. Ci è apparso subito il form da compilare per la raccolta delle firme: ovviamente occorre inserire nome, cognome, un indirizzo mail, un numero di telefono e una via con un numero civico.

Ovviamente, abbiamo inventato ogni cosa. Come nome e come cognome abbiamo preso in prestito una famosa citazione cinematografica: ci siamo firmati come Ayeye Brozov. Abbiamo inserito un indirizzo mail creato appositamente per l’occasione e abbiamo inserito un numero di telefono che non corrisponde a nessun numero di telefono mai esistito (+39333333333333). Poi abbiamo dato il nostro indirizzo: via dei Matti numero 0. Anche qui una nuova citazione.

Siamo stati stoppati a un certo punto della procedura perché avevamo inserito un account palesemente falso? Macché! Ci compare la schermata ‘Grazie per aver firmato’.

Petizione Italia Viva

E ci arriva anche una mail con questo testo:

Ayeye,

Grazie di aver firmato. Ti terremo aggiornato via via sugli sviluppi. A presto!

Puoi inviare questa email a tutte le persone che ritieni possano essere interessate a condividere questo appello, anche solo firmando la petizione. Puoi anche condividere questo link su qualunque tipo di piattaforma.

Se dovessi aver già firmato la petizione, ti ricordiamo che la seconda firma non sarà conteggiata a sistema anche avendo ricevuto questa comunicazione.

La raccolta firme per la carta d’identità sui social network. Senza carta d’identità. Per lottare contro i profili fake. Quando nulla impedisce a tanti profili fake di firmare la petizione.