Che manifestazione era, in mezzo al traffico, quella a cui partecipava Zanardi

di Redazione | 20/06/2020

nuova operazione Zanardi

Alex Zanardi stava partecipando a una manifestazione sportiva o no? Solitamente, infatti, quando si corrono delle gare o anche degli eventi dimostrativi, il traffico viene fermato e le norme di sicurezza sono decisamente più stringenti. Ma la risposta, al momento, è molto semplice. ‘Obiettivo 3’, la staffetta organizzata dall’associazione di cui Zanardi è un componente fondamentale, non era una manifestazione ciclistica: in Italia, in seguito alle disposizioni conseguenti all’epidemia di coronavirus, le manifestazioni ciclistiche possono essere autorizzate soltanto a partire dal prossimo 1° agosto.

LEGGI ANCHE > Alex Zanardi ad ora non è in pericolo di vita

Perché Zanardi incontra un camion, la spiegazione

Praticamente, in base alle prime ricostruzioni sia degli organizzatori, sia delle autorità competenti, Alex Zanardi e il piccolo plotoncino di ciclisti che lo stava accompagnando si stavano comportando come semplici cicloamatori e, in quanto tali, erano sottoposti alle regole del codice della strada. Allo stesso modo di un gruppo di amici che stavano conducendo un’escursione in bicicletta, né più e né meno. Per questo motivo, non erano state prese delle precauzioni particolari sulla statale 146 che attraversa la provincia di Pienza.

Perché Zanardi incontra un camion, non era una gara agonistica

Le autorità prefettizie non erano state informate di una manifestazione sul territorio, mentre alcuni mezzi dei vigili urbani stavano seguendo il gruppetto con Alex Zanardi semplicemente a titolo di cortesia. La loro presenza è documentata da un verbale dei Carabinieri della compagnia di Montalcino. Insomma, non una vera e propria manifestazione ciclistica organizzata: non sarebbe stato possibile dare ufficialità all’evento e l’escursione potrebbe essere classificata come un semplice allenamento.

Non c’erano sorpassi, non c’era competizione. Per questo il traffico non era stato bloccato e il camion, che sfortunatamente ha incrociato la traiettoria di Zanardi che aveva perso il controllo del mezzo, poteva transitare da lì senza alcun problema. Al momento, l’iscrizione nel registro degli indagati dell’autista è solo un atto dovuto.