Mancava solo il complotto di Papa Francesco che parla per «spianare la strada alla legge Zan»

La fantasia corre più veloce della realtà sui social

22/10/2020 di Enzo Boldi

Papa Francesco e dl Zan

Stiamo arrivando a rimpiangere l’epoca dei ‘Buongiornissimo caffè’. La rete, ormai, viene sommersa ogni giorno da bufale, fake news e teorie del complotto che oltre a non avere reali riflessi sulla realtà, sono del tutto fuori luogo e senza senso. Ne abbiamo trovate molte, troppe, in questa fase di emergenza sanitaria legata al Coronavirus (in Italia e nel Mondo), ma queste dinamiche social si spostano anche su altri temi di stretta attualità. L’ultimo esempio è la correlazione tra le parole pronunciate giovedì 21 ottobre dal Pontefice sulle unioni civili e la proposta di legge sull’omotransfobia. Insomma, c’è gente che vede il collegamento Papa Francesco e dl Zan

LEGGI ANCHE > Per Adinolfi il Papa non ha mai detto «i gay devono poter far famiglia», sono stati i «traduttori maligni»

Post che circolano sui social – nel caso specifico su Facebook – e condivisi da moltissimi utenti. Ed ecco che la Rete Italia Antifascista ne ha individuato uno che, al momento dello screenshoot e della denuncia su Twitter – aveva ottenuto già un gran numero di reaction e condivisioni.

Papa Francesco e dl Zan, l’assurdo complotto che circola sui social

«L’infinita malizia dell’argentino vestito di bianco sta nel fatto che nelle sue dichiarazioni omosessualiste, già in sé sconvolgenti se pronunciate da un Pontefice, precedono solo di una settimana la discussione sulla legge liberticida Zan contro l’omofobia alla Camera dei deputati – si legge nel post del complotto -. Non è certo una coincidenza. È evidente che egli ha scelto il momento giusto per spianare la strada alla legge Zan. È un uomo di infinita malizia, completamente votato al male, nemico della Chiesa, del cristianesimo, della civiltà europea, della legge della natura, dell’ordine naturale del creato. È la peggiore delle anime nere. Il più temibile dei figli delle tenebre. La vera attualizzazione, piena e completa, della figura dell’Iscariota. È l’Iscariota del XXI Secolo».

Poche idee e anche confuse

Il complotto Papa Francesco e dl Zan fa acqua da tutte le parti, per evidenti motivi. Il Pontefice, fin dall’inizio del suo mandato, aveva annunciato la sua posizione sulle unioni civili. Inoltre, occorre sottolinearlo, la religione Cristiano-cattolica (nata in Medio Oriente, dato che Gesù Cristo è nato e ha professato lì, quindi in Europa è stata solo esportata) sottolinea come tutti gli esseri viventi siano figli di Dio. Insomma, poche idee e anche confuse. Ma condivise dalla gente che crede a qualsiasi complotto pur di non guardare in faccia la realtà.

(foto di copertina: da Vatican News)

Share this article