Bertolaso assicura: l’ospedale Fiera Milano non chiuderà

di Enzo Boldi | 21/05/2020

Ospedale Fiera Milano
  • Le parole del consulente di Attilio Fontana ad Agorà

  • Bertolaso ha detto di aver avuto rassicurazioni sul futuro dell'Ospedale Fiera Milano

  • A breve, ha annunciato, saranno resi pubblici i dettagli della spesa

L’Ospedale Fiera Milano non chiuderà i battenti entro due settimane. Lo ha comunicato questa mattina Guido Bertolaso in collegamento con Agorà (Rai 3), sottolineando di aver avuto rassicurazioni in questa direzione dal governatore della Regione Lombardia Attilio Fontana, di cui è consulente. Nelle ultime settimane attorno alla questione si era acceso un intenso dibattito, culminato con le proteste in Aula a Montecitorio di questa mattina dopo che il deputato M5S Ricciardi aveva parlato degli sprechi nella Regione.

LEGGI ANCHE > L’esposto contro l’ospedale in Fiera a Milano: «840mila euro per ogni paziente»

«Se c’è una persona che è preoccupata che questi soldi siano stati gestiti in assoluta trasparenza e che ci sia una rendicontazione puntuale di quello che è stato speso, quella persona sono io – ha detto Bertolaso -. Ieri sera il presidente Fontana mi ha detto ‘non lo chiuderemo mai’». Nel corso del suo collegamento con Agorà, il consulente della Regione Lombardia racconta di aver detto al governatore di rendere quel sito un vero e proprio Covid hospital da tenere pronto (e completo) in caso di seconda ondata di contagi.

Ospedale Fiera Milano non chiuderà

«Con il presidente Fontana siamo già d’accordo che lui e anche l’ente Fiera, in tempi rapidissimi, renderanno pubblici sul loro sito tutti i soldi che hanno ricevuto e da chi li hanno ricevuti e come li stanno spendendo – ha proseguito Bertolaso -. Ho avuto una conversazione telefonica con un cittadino di Milano perché avevo letto che lui era seccato del fatto che aveva donato 10.000 euro per realizzare l’ospedale Fiera Milano e poi aveva letto da qualche parte che l’ospedale sarebbe stato smantellato e, molto giustamente chiedeva se questa notizia fosse stata vera».

(foto di copertina: da Agorà, Rai 3)