Addio a Narciso Parigi, ha cantato l’inno della Fiorentina

di Enzo Boldi | 25/01/2020

Narciso Parigi
  • L'uomo era fortemente amato a Firenze per la sua iconicità

  • La sua voce continuerà a riecheggiare allo stadio Artemio Franchi

  • L'inno della Fiorentina era cantato da Narciso Parigi

Il popolo fiorentino si è svegliato con una triste notizia. Si è spento, all’età di 92 anni, Narciso Parigi. Lo storico attore e cantante è stato uno dei volti e delle voci più iconiche anche grazie alla sua ‘Labaro viola’, l’inno della Fiorentina. La notizia della sua morte è stata diffusa dal quotidiano La Nazione e il club di Rocco Commisso ha dedicato un pensiero social a quell’iconica figura che ha reso grande e riconoscibile lo stornello toscano.

LEGGI ANCHE > Addio a Stefano Scipioni, storica voce dell’etere romano

Aveva 92 anni Narciso Parigi e si è spento nella sua abitazione sulle colline fiorentine. Lui, nato il 29 novembre del 1927 a Campi Bisenzio, non è ricordato solamente come la voce che rese grande l’inno della Fiorentina, ma anche come un attore e caratterista che portò in auge la saga degli stornellatori toscani, con tutta l’irriverenza che li contraddistingue.

Addio a Narciso Parigi

Come racconta il quotidiano toscano La Nazione, le sue condizioni di salute sembravano essere compromesse da alcune settimane. Nel corso della partita di Coppa Italia contro l’Atalanta, infatti, la curva Fiesole gli aveva dedicato uno striscione con su scritto: «Forza Narciso». Poi, con il passare dei giorni, il tutto si è aggravato, fino al decesso di questa notte nella sua casa sui colli di Firenze.

‘Oh Fiorentina, di ogni squadra ti vogliam regina’

E i tifosi viola erano, sono e resteranno molto legati alla figura di Narciso Parigi. Durante ogni partita giocata allo stadio Artemio Franchi, infatti, riecheggia la sua voce con quel ‘Oh Fiorentina, di ogni squadra ti vogliam regina’, incisa per la prima volta nel 1959, riadattata nel ’56 e che si basava su un testo scritto nel 1931 da Enzo Marcacci sulle note di Marco Vinicio.

(foto di copertina: da profilo Twitter della Fiorentina)

TAG: Fiorentina