La denuncia del sindacato: «Le nuove mostrine della polizia si stanno già rompendo. Spreco da 5 milioni»

di Redazione | 13/07/2019

mostrine della polizia
  • L'11 luglio la polizia di stato aveva presentato i nuovi distintivi

  • Pochi giorni dopo la denuncia del sindacato: le nuove mostrine sono già rotte

  • La polizia di stato replica: garanzia di dieci anni

«Uno spreco di ben cinque milioni di euro». A poche ore dall’entrata in vigore dei nuovi distintivi di qualifica, il Sindacato Autonomo di Polizia (Sap) denuncia che le nuove mostrine si stanno già rompendo. Lo conferma anche un altro sindacato della polizia, Libertà e Sicurezza (LeS).

LEGGI ANCHE > Daspo urbano per Valeria Marini: il bagno nella Barcaccia diventa “salato”

La denuncia arriva da Repubblica, con la pubblicazione di un video in cui un agente di polizia mostra come i nuovi distintivi si siano scollati dopo poche ore di servizio. «Ciao ragazzi, non so se anche a voi è capitato o se vi capiterà a breve – si sente dire all’agente autore della video-denuncia – Questo è il nuovo grado che abbiamo dovuto mettere questa mattina. Guardate dopo poche ore come lo ha ridotto il caldo». Al centro della ripresa la mostrina quasi completamente scollata.

Ma ci sarebbe di più. Stefano Paoloni, segretario generale Sap, ha aggiunto infatti: «Questi distintivi cancellano la storia dell’Istituzione della Polizia di Stato, generano confusione tra le qualifiche nell’ordine gerarchico interno e non sono compatibili, in termini di proporzioni, con alcune divise».

Immediata la risposta della Polizia di Stato, che in un comunicato ha replicato: «Rispetto all’anomalia riscontrata in un distintivo modello ‘stretch’, nessuna segnalazione è giunta al momento alla Direzione centrale per i Servizi tecnico logistici del Dipartimento della Pubblica sicurezza». Tutti i distintivi di qualifica, si legge sempre nel comunicato, hanno ricevuto un rigido collaudo e godono di una garanzia di dieci anni, per cui nel caso venissero riscontrati difetti nei modelli già distribuiti, questi sarebbe immediatamente sostituito dalla Ditta che li ha realizzati.

La presentazione dei nuovi distintivi si era tenuta in pompa magna presso il Palazzo della Consulta pochi giorni prima appena, l’11 luglio, giornata nella quale ricorre l’anniversario dell’istituzione della Polizia di Stato. Le nuove divise e i nuovi gradi di 98mila agenti – come sottolineato dall’ufficio stampa del corpo –  sono stati disegnati dal professor Michele D’Andrea, esperto di araldica.