Conte: “Misure precauzionali prorogate fino al 7 settembre”

Il presidente del Consiglio presenta gli atti che saranno nel nuovo decreto e chiede responsabilita' ai giovani

08/08/2020 di Redazione

“Proroghiamo le misure precauzionali minime fino al 7 settembre”. Cosi’ il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha presentato le decisioni del Consiglio dei ministri che venerdi’ sera ha deciso di allungare ulteriormente il periodo che prevede l’utilizzo obbligatorio delle mascherine e il distanziamento di un metro. Una scelta che il premier definisce “in perfetta coerenza con quanto fatto fino a oggi”.

LEGGI ANCHE > Quelli che vogliono testare il vaccino anti Covid sui politici

Misure precauzionali e giovani responsabili

La proroga delle misure precauzionali prevede quindi che tutte le misure che finora hanno accompagnato la fine del lockdown restino in vigore almeno fino al 7 settembre. Ma nel nuovo decreto, spiega il Premier, sono previste anche  “la ripartenza delle navi da crociera dal 15 agosto” e “la ripresa delle attività fieristiche” con gli allestimenti che possono partire fin da subito e le fiere vere e proprie che dovranno attendere il primo settembre. Nella conferenza stampa per la proroga delle misure precauzionali pero’ Conte rivolge anche un appello ai giovani, a cui chiede di essere “accorti e intelligenti” per non “vanificare tutti gli sforzi fin qui fatti”. Niente movide quindi. “Bisogna muoversi in modo responsabile, dobbiamo preoccuparci della salute dei nostri cari e soprattutto delle persone più fragili, più vulnerabili” il messaggio del premier.

Il premier poi tocca anche la questione della mancata istituzione delle zone rosse nei Comuni di Alzano e Nembro, spiegando che “la situazione era ormai compromessa” e che dopo un confronto serrato con il ministro della Salute Roberto Speranza il Comitato “si convinse dell’opportunità di misure più restrittive”.

Il decreto agosto

Conte parla anche del via libera del Consiglio dei ministri al dl agosto, che porta a 100 miliardi gli investimenti del governo dall’inizio della crisi legata al Coronavirus. Un intervento da 25 miliardi, quello del dl agosto, che prevede che almeno 12 di questi vadano per il lavoro. “I dati Istat confermano che la ripresa a giugno c’e’ stata, anche grazie agli interventi del governo” la considerazione del premier, che ha anche voluto ringraziare il parlamento per la “collaborazione preziosa” sottolineando poi che il dl agosto anticipa la misura del cashback e che l’obiettivo del governo e’ di “sostenere consumi e pagamenti elettronici” con i cittadini che potranno recuperare una parte di quanto speso e “usufruire di un bonus fino a 2mila euro”.

Share this article