Marcello De Vito torna libero: «Il mio corpo nella stessa condizione del mio spirito»

20/11/2019 di Gaia Mellone

È tornato ad essere un uomo libero Marcello De Vito, arrestato lo scorso marzo. L’ex presidente dell’Assemblea Capitolina era stato accusato di corruzione e finanziamento illecito. Dal carcere, e poi dai domiciliari, Marcello De Vito si era sempre detto innocente e a giorni dovrebbe tornare a ricoprire la sua carica di presidente dell’Assemblea Capitolina.

Marcello De Vito torna libero: «Il mio corpo nella stessa condizione del mio spirito»

LEGGI ANCHE> Marcello De Vito scrive a Virginia Raggi dal carcere: «Sono innocente, non mi dimetto»

Accogliendo una istanza presentata dal legale difensore, il tribunale di Roma ha deciso in merito alla scarcerazione di Marcello De Vito che, dopo aver scontato tre mesi in carcere con l’accusa di corruzione, aveva poi ottenuto gli arresti domiciliari. La decisione è stata accolta con grande sollievo dall’ex presidente dell’assemblea capitolina che ha dichiarato come «finalmente il mio corpo può ricongiungersi con il mio spirito che è sempre rimasto libero nonostante la mia condizione».  L’ex braccio destro della sindaca Virginia Raggi andrà a processo con rito immediato a dicembre, e dice di poter «affrontare il processo da uomo libero» con «piena fiducia nella magistratura» e «con la serenità e la consapevolezza della liceità delle mie condotte». (Credits immagine di copertina:  ANSA/CLAUDIO PERI)

Share this article