Lucia Borgonzoni non cambia idea sulla maglietta Parliamo Di Bibbiano

di Redazione | 05/12/2019

Lucia Borgonzoni
  • Lucia Borgonzoni non si pente della maglietta Parliamo Di Bibbiano

  • Ha risposto ai tanti utenti che le chiedevano di commentare la sentenza su Andrea Carletti

  • Alla fine, ha chiesto di aspettare la chiusura delle indagini

Nel corso di un suo intervento in Senato, Lucia Borgonzoni aveva sfoggiato la maglietta Parliamo Di Bibbiano (10 settembre 2019), con tanto di riferimento al Partito Democratico, grazie alla sottolineatura – attraverso la P e la D rossa – della sigla PD. Oggi, dopo la notizia della sentenza della Cassazione che ha di fatto eliminato il divieto di dimora per il sindaco di Bibbiano Andrea Carletti, la candidata presidente della regione in Emilia-Romagna ha affermato che non ritorna sui suoi passi.

LEGGI ANCHE > Meloni, Salvini, Di Maio e Borgonzoni denunciati per le loro parole sul caso di Bibbiano

Lucia Borgonzoni commenta la maglietta su Bibbiano

In tanti, sulla sua pagina Facebook le hanno chiesto di commentare la sentenza della Cassazione sul sindaco Carletti. Lei non si è sottratta e ha risposto: «Io non cambio idea: chi ha sbagliato deve pagare». Poi, il solito riferimento alle sofferenze dei bambini. Il sindaco di Bibbiano, tuttavia, è indagato per abuso d’ufficio per la concessione diretta di un appalto nell’ambito del settore dei servizi sociali del comune del Reggiano. Ma quasto non c’entra nulla con i presunti abusi che sarebbero stati compiuti sui bambini e sulle loro famiglie.

Ribadisce quello che sosteneva il 10 settembre scorso

Dopo aver mostrato la t-shirt, Lucia Borgonzoni era stata accolta da un’ovazione e dagli applausi dei colleghi della Lega seduti intorno a lei, allo stesso tempo era stata fortemente criticata dal Pd. Ora, la vicenda di Bibbiano, dopo una fase di silenzio, è tornata a essere al centro dell’agenda politica, soprattutto vista la campagna elettorale per le elezioni regionali.

Già ieri, Matteo Salvini aveva espresso la propria opinione mostrando un cartello in cui si chiedeva giustizia per i bimbi di Bibbiano. Insomma, la Lega continua a insistere sulla situazione, in attesa del processo. A chi le chiedeva di dare un suo parere sulla liberazione del sindaco Andrea Carletti, Lucia Borgonzoni aveva risposto: «Leggere anche gli articoli e non solo i titoli farebbe bene. La fine delle indagini dovrebbe essere imminente. Minori e famiglie hanno bisogno di tutela e protezione».

TAG: Bibbiano