Laura Boldrini lancia l’appello all’unità della sinistra contro «la destra peggiore di sempre»

di Gianmichele Laino | 17/06/2019

Laura Boldrini
  • Laura Boldrini ha definito l'attuale destra di governo come "la peggiore di sempre"

  • Ha richiamato i colleghi di sinistra per le liti interne di questi giorni

  • "Non interessano al Paese, c'è gente che picchia ragazzi inermi in strada"

Anche in un momento così delicato per le sorti dell’Italia, si fa fatica a fare quadrato contro i problemi del Paese. In queste ore, dopo lo scandalo del Csm, dopo la definizione di una nuova segreteria per il Partito Democratico (con Nicola Zingaretti che viene accusato di aver messo da parte i Renziani), anche nella casa del centrosinistra c’è maretta. Il confronto – sempre sul filo del rasoio – all’interno del Partito Democratico fa il paio con le divisioni che ci sono alla sua sinistra, con tanti partiti frammentati che hanno solo fatto la guerra a se stessi. Nella giornata di oggi, Laura Boldrini ha provato a lanciare un appello all’unità, richiamando l’attenzione sul periodo che stiamo vivendo.

LEGGI ANCHE > Laura Boldrini partecipa alla più grande alleanza mondiale per i diritti delle donne

Laura Boldrini richiama la sinistra

«La destra peggiore di sempre governa ormai da un anno. E governa male. L’economia crolla – ha detto l’ex presidente della Camera -, i giovani sono costretti ad andarsene all’estero e i fascisti picchiano in strada ragazzi inermi. E a sinistra che si fa? Si ricomincia a litigare su questioni che non interessano al Paese! Adesso basta, per costruire un’alternativa servono unità e apertura».

Il momento storico dell’Italia secondo Laura Boldrini

Il riferimento, oltre alle difficoltà che il governo sta avendo per far quadrare i conti – con la spada di Damocle della procedura d’infrazione dell’UE -, è anche agli ultimi fatti di cronaca: nella giornata di ieri abbiamo assistito all’ennesimo attacco squadrista contro ragazzi «colpevoli» di aver indossato la maglia del Cinema America. E di essere stati additati come ‘antifascisti’, come se questa fosse una vergogna.

Per questo, le beghe interne ai partiti – come ha affermato la presidente della Camera – non interessano alla gente che, anche per questo motivo, si è allontanata dai politici di sinistra. Affrontare nel merito le questioni, farlo insieme: soltanto sulla strada dell’unità ritrovata si può seguire la rotta per costruire l’alternativa a quella che Laura Boldrini ha definito «la destra peggiore di sempre».

(Credit Image: © Matteo Nardone/Pacific Press via ZUMA Wire)