La storia della Juventus che avrebbe sforato dell’1% uno dei parametri del Fair Play finanziario

di Redazione | 15/01/2020

Juventus sfora Fair Play

Un articolo proveniente dalla Francia ha sollevato un polverone per una questione che, in verità, appare essere abbastanza irrilevante. Certo, la notizia sarebbe molto appetitosa: la Juventus, per come è stato impostato il pezzo, avrebbe sforato le regole sul Fair Play Finanziario imposte dalla Uefa nel 2015. In effetti, il sito di RMC Sports avrebbe avuto la possibilità di visionare, in anteprima, «The European Champions Report 2020», ovvero lo studio di KPMG Football Benchmark che ha valutato le casse dei club per il bilancio in corso.

LEGGI ANCHE > Per iscriversi in Serie A non c’è più bisogno del pareggio di bilancio. Ma va tutto benissimo 

Juventus sfora Fair Play, l’articolo di RMC Sports

Il bilancio prende in esame i conti dei club che hanno vinto gli 8 campionati più importanti d’Europa e, tra questi, c’è appunto la Juventus. Il club bianconero sarebbe stato l’unico ad aver sforato uno dei parametri previsti per il Fair Play Finanziario, ovvero quello del rapporto Staff Costs/Operating Income, quello che sostanzialmente riguarda gli stipendi dei calciatori.

Il limite permesso dalla Uefa per questo rapporto sarebbe del 70% e la Juventus sarebbe l’unico club a superare questo parametro, per un 1% in più. Senz’altro, si tratta di un valore superiore al limite consentito, ma che potrebbe addirittura rientrare prima della fine della stagione in corso all’interno di una forchetta accettabile anche per l’Uefa. Anche perché sono diversi i top club europei che con questo limite ci giocano: il Barcellona, infatti, fa registrare a questa voce un rapporto del 69%.

Juventus sfora Fair Play: cosa significa?

Sempre nel report si fa anche riferimento al fatto che il bilancio chiusosi il 30 giugno 2019 ha registrato una perdita, in quanto l’incremento dei ricavi – che pure è stato presente – non è riuscito a colmare l’aumento dei costi. La Juventus avrebbe dunque un disavanzo di circa 40 milioni di euro. Tanto è bastato, dunque, per far scatenare la polemica sul silenzio dei media mainstream su questo articolo arrivato dalla Francia e che prendeva in esame «gli inquietanti risultati economici della Juventus».

Tuttavia, lo stesso articolo sottolinea anche: «Finora non c’è stato nulla di illegale, poiché il fair play Finanziario consente debiti e flussi di cassa finché l’insieme è ben gestito e coperto da garanzie. Tuttavia, di fronte agli sviluppi contabili negativi, sorge inevitabilmente la questione della solvibilità».

TAG: Juventus