Jorge Lorenzo annuncia il suo ritiro

di Enzo Boldi | 14/11/2019

Jorge Lorenzo

Di lui, nell’ultima stagione, si sono perse le tracce. Colpa degli infortuni – che lo hanno martoriato negli ultimi anni della sua carriera – e anche dello scarso feeling con la Honda che ha portato all’ennesimo successo il suo connazionale e compagno di box Marc Marquez. Dietro tutte queste ragioni si cela la decisione inattesa, ma forse prevedibile, di Jorge Lorenzo che ha scelto di dire addio alla MotoGp, ponendo fine a una carriera nel Mondiale iniziata nel lontano 2002 quando esordì in 125. «Questa sarà la mia ultima gara e poi lascio come pilota professionista – ha dichiarato nella conferenza stampa convocata a Valencia -. Non è facile, ma ho deciso così».

LEGGI ANCHE > Ibrahimovic saluta Los Angeles: «Veni, vidi, vici». Ma negli Usa non ha vinto nulla

Il pilota (quasi ex) della Repsol Honda non ha mai trovato affinità con la HRC che, invece, sembra calzare a pennello con le doti di Marc Marquez. Nell’ultimo campionato – che si concluderà domenica prossima con il Gran Premio della Comunità Valenciana – ha visto poche volte la pista per via della caduta con infortunio patito durante le prove libere in Olanda. E, quando ha corso, non ha mai lasciato il segno. Quella di domenica 17 Novembre a Valencia, nel Gran Premio della Comunidad Valenciana, sarà la sua ultima corsa da pilota professionista.

I successi i carriera di Jorge Lorenzo

E a parlare per lui sono quei soli 25 punti conquistati in questa stagione fatta solamente di bassi, testimoniati dal fatto che non sia mai riuscito a concludere un Gran Premio nella top ten. Eppure il suo passato è stato costellato di ottimi risultati con la Yamaha: dal doppio mondiale nella vecchia classe 250 (nel 2006 e nel 2007) e tre volte campione nella MotoGp (2010, 2012, 2015).

(foto di copertina: Theo Karanikos/ZUMA Wire)