È morta Jole Santelli: avrebbe avuto un infarto

La presidente della Regione Calabria ieri aveva partecipato a diversi incontri istituzionali

di Redazione | 15/10/2020

Jole Santelli morta

La notizia della morte di Jole Santelli è arrivata come un fulmine a ciel sereno questa mattina. La presidente della Regione Calabria, 52 anni, era stata eletta a gennaio 2020. Diverse personalità a le vicine ne danno conferma ai quotidiani locali e tra queste anche il sindaco di Cosenza Mario Occhiuto. Jole Santelli, nella giornata di ieri, si era regolarmente presentata in regione per il disbrigo degli affari correnti.

LEGGI ANCHE > I festeggiamenti di Jole Santelli per la vittoria di Rosaria Succurro ai ballottaggi

Jole Santelli morta, la notizia che arriva da Cosenza

Possibile, dalle prime indiscrezioni, che la presidente della Regione Calabria sia stata colta da un arresto cardio-circolatorio. Una morte improvvisa, insomma. La presidente della Calabria Jole Santelli da tempo lottava contro un tumore. Tuttavia, le sue condizioni di salute, nell’ultimo periodo, erano state buone ed era sempre stata tenuta sotto controllo. Si era spesa molto nel corso dell’ultima campagna elettorale per i ballottaggi in Calabria e aveva anche festeggiato l’elezione di alcuni sindaci a lei molto vicini.

La donna, stando alle prime ricostruzioni, si trovava nella sua casa di Cosenza. L’esponente di Forza Italia aveva continuato a lavorare come sempre nelle recenti settimane, presenziando a incontri istituzionali, l’ultimo nella giornata di ieri. Il corpo di Jole Santelli è stato ritrovato questa mattina dalla sorella.

Jole Santelli, le ultime uscite in pubblico della presidente della Calabria

Risale a due giorni fa, invece, la presenza della presidente della Regione Calabria sui social network: il 13 ottobre, infatti, aveva presentato il cortometraggio di Gabriele Muccino, Calabria, terra mia, ricordando il prossimo appuntamento alla Festa del Cinema di Roma del prossimo 20 ottobre. Immediati i messaggi di cordoglio del mondo della politica: un cordoglio bipartisan, che parte dall’ex presidente del Consiglio Matteo Renzi, passa per diversi esponenti del Partito Democratico e arriva tra i politici a lei più ideologicamente vicini come gli esponenti di Forza Italia.

Particolarmente commosso il messaggio di Anna Maria Bernini, colta di sorpresa dalla notizia mentre era in diretta ad Agorà: «Voglio dire una cosa di Jole – ha detto -, era una guerriera, ci ha insegnato che la malattia si può combattere e sconfiggere e si può continuare a inseguire i propri sogni».

Negli ultimi giorni, Jole Santelli – che da tempo lottava contro un tumore – aveva bollato come inattendibili le notizie di un aggravamento delle condizioni legate a un presunto progresso della malattia. A riprova di questo aveva partecipato a eventi legati alla campagna elettorale per le elezioni amministrative e anche a momenti di conviviali successivi (sui quali, tra l’altro, non erano mancate le polemiche).