La foto di Mattarella che ride e gli insulti al Presidente della Repubblica sulla pagina social dei Pro Vita

di Enzo Boldi | 22/05/2020

Insulti a Mattarella

Ancora una volta i social si dimostrano lo specchio del Paese, o di parte di esso. E così accade che la Onlus Pro Vita & Famiglia condivide una serie di considerazioni in cui si attacca il governo e la Presidenza della Repubblica per non aver rilasciato dichiarazioni sulla Festa della Famiglia pubblicate su un giornale (nella giornata di ieri), e quel post inizia a raccogliere una serie di insulti a Mattarella. Non tanto per il contenuto dell’articolo, ma per la foto scelta che mostra il capo del Quirinale ridere.

LEGGI ANCHE > Gli insulti a Papa Francesco per il crocifisso con il giubbotto salvagente

Insomma, la foto scelta – non da Pro Vita & Famiglia Onlus, ma dal giornale che ha riportato in un piccolo box le parole di Toni Brandi e Jacopo Coghe – ha, di fatto, aizzato i toni nei commenti degli utenti che seguono la pagina dell’associazione. Il contenuto del pezzo, pochissime battute, è un’accusa alle istituzioni che non hanno rilasciato alcuna dichiarazione per la Festa della Famiglia mentre ne hanno lasciate per la giornata mondiale contro l’omofobia.

Insulti a Mattarella sulla pagina Pro Vita & Famiglia

Ecco una dozzina di commenti con gli insulti a Mattarella, preso di mira – soprattutto – per quella immagine in cui ride (si sa solo che si tratta di un’immagine Ansa, ma non si sa a quando risalga). Ma tutto fa brodo per fomentare le polemiche.

Gli attacchi: dalla mummia alle accuse di satanismo

Ovviamente, per motivi di deontologia professionale, i nomi degli utenti (non possiamo parlare di persone dato che alcuni di loro commentano con profili palesemente fake, con nomi di fantasia e foto prese dal web) sono stati oscurati. Ma la mole di commenti e insulti a Mattarella è notevole.

Si tratta, per l’ennesima volta, di un attacco al Presidente della Repubblica, la carica più alta dello Stato. Accuse e insulti anche per la sua risata, decontestualizzata e che non ha nulla a che vedere con il contenuto di quell’articolo.

(foto di copertina: da Pagina Facebook Pro Vita e Famiglia Onlus)