Per l’eurodeputata Francesca Donato, il fumetto Infected commissionato dall’UE nel 2011 è inquietante

di Gianmichele Laino | 21/07/2020

Infected

L’eurodeputata della Lega Francesca Donato ha condiviso una notizia arrivata direttamente da Byoblu, la rete di media che, attraverso lo streaming e i canali social, vuole diffondere ‘notizie alternative’. Nel servizio si parla di un fumetto realizzato con il patrocinio dell’Unione Europea nel 2011/2012, dal titolo Infected che illustra le caratteristiche di una pandemia globale (partita dalla Cina) che ha invaso il pianeta e da cui è stato possibile salvarsi soltanto attraverso una cooperazione internazionale. Viste le presunte analogie con la pandemia di Coronavirus, l’eurodeputata leghista ha definito questa notizia «inquietante».

LEGGI ANCHE > La Donato dice che non è stata multata in quanto eurodeputata e in mancanza di comportamenti lesivi

Infected, il fumetto dell’Unione Europea che Francesca Donato ritiene inquietante

Francesca Donato ha riproposto sul suo account Twitter un tweet di ItalyQanons, un gruppo che fa riferimento a QAnon, una teoria del complotto di estrema destra che è molto diffusa negli Stati Uniti e che fa riferimento a un presunto piano per sovvertire Donald Trump e i suoi sostenitori.

Chi ha postato per primo il video sul fumetto Infected

In effetti, il fumetto è ancora reperibile sul sito dell’Unione Europea a questo link ed è possibile scaricarlo in maniera gratuita. Al di là di alcuni riferimenti che possono sembrare sovrapponibili alla situazione odierna, è ben evidente come la storia sia esclusivamente basata su elementi di fantasia, alternati ad alcuni aspetti della vita reale che mostrano come le istituzioni europee siano in grado di muoversi e dare delle risposte anche nei momenti di crisi più complessi.

Insomma, inquietante non è forse la parola giusta per definire questo lavoro e sorprende che a utilizzarla sia una eurodeputata, membro delle istituzioni europee. Tanto più se il tweet originario che Francesca Donato ha riproposto viene pubblicato da un account che, per definizione, segue la teoria complottista dei QAnon.