Indonesia: un pensionato francese rischia la pena di morte per lo stupro di centinaia di minori

di Marta Colombo | 10/07/2020

indonesia Francois Camille Abello

In Indonesia, le autorità hanno annunciato il 9 luglio che un pensionato francese accusato di aver molestato, stuprato e picchiato più di 300 bambini, rischia la pena di morte.

La polizia di Giacarta ha dichiarato di aver arrestato il 65enne, identificato come Francois Camille Abello, lo scorso mese in un hotel della capitale, dove hanno trovato due ragazze minorenni nella sua stanza. 

Se dichiarato colpevole delle molteplici accuse, tra cui quella di aver filmato molti degli attacchi ai minori, Abello rischia l’ergastolo o l’esecuzione in base alle severe legge per la protezione dei bambini del Paese sudest asiatico.

La polizia ha sequestrato diversi video sul portatile di abello che lo ritraggono in attività illegali sessuali con centinaia di minori di età compresa tra i 10 e i 17 anni. 

LEGGI ANCHE >Le Iene e l’inferno della prostituzione minorile allo stadio San Nicola di Bari

La piaga dello sfruttamento minorile in Indonesia

Nel corso degli ultimi 5 anni, il pensionato francese, si è recato in Indonesia molteplici volte con un visto turistico. 

«Era solito approcciare i minori promettendo lavori come modelli», ha dichiarato il capo della polizia di Giacarta Nana Sudjana durante una conferenza stampa. 

«Quelli che acconsentivano di aver rapporti sessuali con l’uomo venivano pagati l’equivalente somme tra i 17 e 10 dollari americani. Mentre quelli che si rifiutavano venivano picchiati e presi a calci», ha continuato Sudjana.

Secondo il network per la protezione del traffico di esseri umani ECPAT, almeno 70,000 minori sono vittime di abusi e sfruttamento sessuale ogni anno in Indonesia.

Ulteriori indagini della polizia di Giacarta, hanno inoltre rivelato che Francois Camille Abello avrebbe molestato bambini Indonesiani per anni e le vittime potrebbero essere molte di più di quelle identificate finora. 

Anche il fuggitivo statunitense Russ Medlin, ricercato nel suo Paese per una truffa  di criptovalute, è stato arrestato lo scorso mese a Giacarta con l’accusa di aver pagato ragazze minorenni in cambio di rapporti sessuali.