Sempre più grave l’emergenza incendi in California

Il servizio forestale ha chiuso le 18 foreste nazionali dello Stato per le condizioni dei roghi definite "mai viste prima" e a San Francisco il cielo diventa arancione

di Redazione | 10/09/2020

Incendi in California

Si fa sempre più grave l’emergenza incendi in California. Le fiamme che da giorni stanno devastando lo Stato che si affaccia sul Pacifico non sembrano rallentare e anzi, dopo le otto foreste nazionali chiuse a inizio settimana, mercoledì il servizio forestale federale ha deciso di chiudere anche le restanti 10 a causa di “incendi mai visti prima in tutto lo Stato”. A San Francisco invece il cielo è diventato arancione e la città sembra il set di Blade Runner.

LEGGI ANCHE > In Australia, non ci sono più incendi in New Wales per la prima volta dopo 240 giorni

Incendi in California, chiusi le 18 foreste nazionali dello Stato

È la prima volta nella storia che tutte e 18 le foreste nazionali della California vengono chiuse contemporaneamente. Da mercoledì infatti anche Eldorado National Forest, Klamath National Forest, Lassen National Forest, Mendocino National Forest, Modoc National Forest, Six Rivers National Forest, Plumas National Forest, Shasta-Trinity National Forest, Tahoe National Forest e Lake Tahoe Basin Management Unit sono chiusi e ne verrà rivalutata l’apertura giorno dopo giorno. I 10 parchi si vanno ad aggiungere agli altri otto (Stanislaus National Forest, Sierra National Forest, Sequoia National Forest, Inyo National Forest, Los Padres National Forest, Angeles National Forest, San Bernardino National Forest e Cleveland National Forest) che erano già stati chiusi lunedì.

A giustificare la chiusura sono “l’enorme quantità di grandi incendi e il comportamento aggressivo delle fiamme” spiegano le guardie forestali dello Stato, definendo “storica” la situazione in atto e sottolineando che queste “chiusure temporanee” delle foreste sono “necessarie per proteggere il pubblico e i vigili del fuoco” e resteranno in atto fino a quando i visitatori potranno tornare a visitare le zone in sicurezza. Gli incendi in California infatti hanno già bruciato oltre 9.300 km quadrati nel solo 2020 e storicamente il momento peggiore per i roghi nello Stato è l’autunno.

Incendi in California, il cielo arancione a San Francisco

A rendere ancora più evidente la gravità della situazione sono le immagini che arrivano da San Francisco, dove il cielo è diventato arancione a causa del fumo delle fiamme, scatenando paragoni con il film Blade Runner ma anche la paura e i timori di chi vive nella città californiana. Timori e ansie condivise anche dall’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama, che ha utilizzato alcune immagini per ricordare l’importanza della battaglia contro il riscaldamento globale e come ci sia anche questa lotta per salvare l’ambiente in gioco nelle elezioni americane del prossimo 3 novembre.