Ancora violenze ad Hong Kong: polizia spara e colpisce un manifestante | VIDEO

di Enzo Boldi | 11/11/2019

Hong Kong

A Hong Kong prosegue una guerriglia urbana tra manifestanti anti-governativi e polizia. Dopo gli episodi di cronaca già raccontati nel corso degli scorsi mesi, il bollettino di guerra diventa sempre più tragico. Nella giornata di ieri, nella notte inoltrata italiana, gli scontri hanno portato al ferimento di una delle persone scese in piazza. L’uomo, che ora è ricoverato in condizioni disperate in ospedale, è stato colpito nel basso ventre (e alla gamba) degli agenti di polizia. Sul web circolano filmati che mostrano la scena.

LEGGI ANCHE > Il governo di Hong Kong ha ritirato formalmente la legge sull’estradizione in Cina. Dopo 5 mesi di proteste

Il filmato, sconsigliato a un pubblico sensibile, è stato condiviso da diverse testate, come il Corriere della Sera che ha ricostruito quanto accaduto per le strade di Hong Kong. Le immagini parlano chiaro: un manifestante, con il volto semi-celato da una sciarpa e un cappello, si dirige verso uno degli agenti. Il giovane è disarmato e viene colpito dal poliziotto che estrae la sua pistola e spara.

Hong Kong, poliziotto spara contro manifestante

La manifestazione, come accade da settimane, non era del tutto pacifica. Le tensioni dei manifestanti con la Polizia, però, hanno più volte portato gli agenti a reagire sparando ad altezza uomo, anche nei confronti di persone disarmate. Nello stesso filmato, diventato virale, si sentono altri due colpi esplosi e un secondo manifestante che cade in terra, colpito dai proiettili.

Le proteste e il sangue in strada

La situazione a Hong Kong sembra essere completamente fuori controllo, con il governo che nelle scorse settimane ha ritirato la famosa legge sull’estradizione in Cina che aveva dato il via alle proteste. Ora, però, i cittadini chiedono altro e il governo centrale non sembra disposto a concedere nuove deroghe alla propria linea politica. E, nel frattempo, le violenze in strada proseguono nel sangue.

(foto di copertina: da frame video che circola sui social network)

TAG: Hong Kong