Greta Thunberg, Frank Miller la omaggia inserendola in un fumetto DC

di Thomas Cardinali | 12/12/2019

Frank Miller non ha mai avuto paura di inserire la politica o il suo punto di vista personale sul mondo nei suoi fumetti e ha confermato questa tendenza anche nell’ultimo albo “The Dark Knight Returns: The Golden Child”. L’ultima personalità introdotta dal geniale disegnatore è niente meno che Greta Thunberg, eletta dalla rivista Time come “La Persona dell’anno 2019” proprio nelle ultimissime ore grazie alle sue battaglie ambientaliste. Un ennesimo riconoscimento che arriva dal mondo dei fumetti della DC per la giovane attivista svedese, vista da moltissimi come un faro di speranza per affrontare la sfida dei cambiamenti climatici.

Ma come mai Frank Miller ha deciso di omaggiare Greta Thunberg proprio in quest’albo? Nel fumetto Darkseid e il Joker stanno facendo una campagna per rieleggere un governatore che assomiglia esattamente a Donald Trump. Anche se non è mai stato chiamato col nome del Presidente degli Stati Uniti il riferimento di Frank Miller è chiaro, così come la sua posizione contro le politiche del tycoon. Una folla di giovani si riunisce e circonda il sovrano di Apokolips, incluso un personaggio che assomiglia terribilmente a Greta Thunberg come potete vedere nell’immagine qui sotto.

Greta Thunberg in versione fumetto, ormai è un’icona

Ora, c’è la possibilità che sia solo un personaggio somigliante alla giovane Greta Thunberg, ma date le somiglianze con le battaglie portate avanti dall’attivista svedese sembra chiaro l’omaggio realizzato da Frank Miller e dall’artista Rafael Grampà. Forse se il creatore del libro fosse stato un altro sarebbe stato più semplice credere a una coincidenza, ma Frank Miller è famoso per portare avanti le proprie idee negli albi e anche “The Dark Knight: The Golden Child” è denso di messaggi. Questa vignetta è l’unica volta in cui la sosia di Greta Thunberg viene visto in tutto il fumetto.

I tempi dell’inclusione nel libro DC non avrebbero potuto essere più appropriati dato che l’attivista è diventata la persona più giovane della storia ad essere eletta come “Persona dell’anno” ed i fumetti sono uno dei passatempi preferiti dai giovani di tutto il mondo. Greta Thunberg quindi ora è diventata ufficialmente un personaggio dell’Universo DC, pronta a combattere al fianco di Batman contro il nemico di turno. Che nella realtà magari è proprio il presidente Trump, che non ha perso tempo nel definire come “ridicolo” il premio alla sedicenne.