Gramellini: «Salvini veste come un esistenzialista francese: grande speaker, non so se sappia governare»

di Redazione | 28/11/2019

Gramellini

Massimo Gramellini è stato l’ospite che questa sera ha introdotto la puntata di Piazzapulita su La7, il programma condotto da Corrado Formigli. Il giornalista del Corriere della Sera, autore degli ormai celebri Caffè (a La Stampa il format era il Buongiorno, ora portato avanti da Mattia Feltri), ha voluto esprimere una panoramica d’insieme su tutta la politica italiana, rispondendo a una domanda sui tre principali poli: quello che ruota intorno a Matteo Salvini, quello del Movimento 5 Stelle e quello del centrosinistra.

LEGGI ANCHE > Gramellini critica don Biancalani che ha cantato Bella Ciao

Gramellini a Piazzapulita: il suo parere su Salvini, Di Maio e Zingaretti

Di Matteo Salvini, Massimo Gramellini ha voluto commentare soprattutto la scelta dell’abbigliamento degli ultimi giorni, da quando cioè ha iniziato a fare campagna elettorale in Emilia-Romagna. Toni sul beige e sul verde scuro, maglioncini a collo alto e giacche di velluto. Un outfit decisamente intellettuale. Non a caso, Gramellini ha affermato che Matteo Salvini in quest’ultimo periodo si sta vestendo come un esistenzialista francese.

Poi, ha espresso anche un giudizio di merito: «Sicuramente un grande conduttore radiofonico. Non so se sappia anche governare…». Prima di passare a Luigi Di Maio: «Se a trent’anni avessero affidato a me gli incarichi che hanno affidato a lui, mi sarei sentito quantomeno inadatto. Ha una carriera un po’ incosciente. Non lo vedo particolarmente bene».

Infine, il giornalista e vicedirettore del Corriere della Sera ne ha anche per il centrosinistra e per il Pd di Nicola Zingaretti: «Sembrava che l’ultima cosa che volesse fare era proprio questo governo. Per far capire al centro-sinistra come bisognava comunicare in maniera efficace ci sono voluti i ragazzi delle sardine».