Morte Floyd, Lega e FdI non condannano razzismo e violenza: in Ue votano contro la risoluzione

di Federico Pallone | 20/06/2020

George Floyd
  • Lega e FdI hanno votato contro alla risoluzione al Parlamento europeo

  • Nel documento si condanna razzismo, odio e violenza dopo la morte di George Floyd

Gli eurodeputati della Lega e di Fratelli d’Italia hanno votato contro alla risoluzione al Parlamento europeo che condanna ogni forma di razzismo, odio e violenza. A favore della risoluzione gli europarlamentari del Pd, del M5S, Forza Italia e Italia Viva. Nel testo si afferma che ‘Black Lives Matter’ e si condanna fermamente “l’atroce morte” di George Floyd, il 46enne americano ucciso da un agente di polizia a Minneapolis. La risoluzione è stata approvata con 493 voti favorevoli, 104 contrari e 67 astenuti.

LEGGI ANCHE –> L’operatrice del 911 chiamò in diretta il supervisore della polizia per denunciare quanto stava accadendo all’afroamericano ucciso

In una nota, la Lega ha così motivato il voto contrario del Carroccio alla risoluzione sul razzismo e sulle proteste legate alla morte in Usa di George Floyd: «Dal gruppo Id emergono numerose perplessità sulla proposta di risoluzione, che presenta molti obiettivi utopici e che rappresenta una realtà distorta. Nello specifico, non si condivide l’impostazione del documento: si ritiene inopportuno paragonare la situazione Usa con quella Ue, spesso sovrapponendole in maniera errata, e non si condividono le prese di posizione e le strumentalizzazioni per attaccare indiscriminatamente i rappresentanti delle forze dell’ordine, il presidente Usa e forze politiche che esprimono pareri critici rispetto alla gestione dei fenomeni migratori. Pensiamo inoltre che sia un tema di diritti civili trasversali, stravolto da una campagna mediatica che ha fomentato fenomeni di violenza e vandalismo ingiustificato, che dobbiamo condannare, contro simboli e rappresentazioni della storia europea e mondiale”, conclude la nota.

«Nel ribadire la ferma condanna per l’uccisione di George Floyd, siamo stati costretti a votare contro un testo che le sinistre hanno infarcito di ideologia, attacchi all’amministrazione Trump, pregiudizi contro le forze dell’ordine e spinte immigrazioniste giustificate dai sensi di colpa storici che dovrebbero avere gli europei. Nessuna ferma condanna delle violenze e dei saccheggi perpetrati durante le proteste, nessuna seria presa di distanza dalle assurde campagne talebane contro i monumenti della nostra storia. Un testo invotabile». È quanto ha detto il capodelegazione di Fratelli d’Italia al Parlamento europeo, Carlo Fidanza.

«Per Lega e Fratelli d’Italia il razzismo, l’odio e la violenza non sono da condannare. Non siamo su ‘scherzi a parte’ ma al Parlamento europeo dove i partiti di Salvini e Meloni hanno votato contro la risoluzione di condanna dell’atroce morte di George Floyd negli Stati Uniti e di tutte le uccisioni analoghe nel mondo». È quanto ha detto l’europarlamentare del Movimento 5 Stelle, Laura Ferrara. «Nella risoluzione, largamente approvata, si condannano tutte le forme di razzismo, odio e violenza, come pure qualsiasi aggressione fisica o verbale ai danni di persone di una determinata origine razziale o etnica, religione o convinzione personale e nazionalità, sia nella sfera pubblica che in quella privata. Oggi dovremmo essere tutti orgogliosi della nostra Europa che con parole forti e autorevoli si batte per la protezione dei diritti umani in tutto il mondo. Eppure per gli europarlamentari di Lega e Fratelli d’Italia non è così. Se qualcuno aveva ancora dubbi adesso è arrivata la prova regina: Lega e Fratelli d’Italia sono il Medioevo e rappresentano il più becero oscurantismo che strizza l’occhio a pulsioni razziste, sessiste, omofobe e purtroppo anche violente. Si devono semplicemente vergognare», conclude Ferrara.