Filippo Magnini assolto dalle accuse di doping

di Gaia Mellone | 27/02/2020

  • Filippo Magnini era stato condannato per doping

  • Il campione del mondo era stato squalificato per 4 anni

  • Il Tas di Losanna lo assolve: «Tremo di gioia, ho aspettato che la verità venisse fuori»

Filippo Magnini è stato assolto dal Tribunale Arbitrale dello Sport di Losanna dalle accuse di doping. Il nuotatore era stato squalificato per quattro anni ma si era sempre difeso respingendo le accuse. Su Instagram è proprio lui a dare la bella notizia ai suoi fan ribadendo la sua innocenza: «È sempre stato così, le gare le ho sempre vinte negli ultimi metri».

Filippo Magnini assolto dalle accuse di doping

LEGGI ANCHE> Magnini salva un bagnante: «Non voglio che mi si chiami eroe»

«Mi hanno insegnato a non mollare mai. Sono sempre stato un atleta e una persona corretta. Tremo dalla gioia». Con queste parole Filippo Magnini, due volte campione del mondo dei 100 metri stile libero, annuncia di essere stato assolto. Il nuotatore era stato condannato, in primo grado nel novembre 2018 e poi in secondo grado nel maggio 2019, dal Tribunale nazionale antidoping di Nado Italia (Tna) per uso o tentato uso di sostanze dopanti (art. 2.2 del codice Wada). Il Tribunale Arbitrale dello Sport di Losanna, ha però annullato la sua squalifica di 4 anni per tentato uso di sostanze illecite.All’Ansa lo sportivo ha commentato: «Ho vinto, ho sognato e aspettato che la verità venisse fuori: quel giorno è arrivato e ora sono la persona più felice del mondo». «Ho sempre avuto fiducia in questi anni durissimi, sono stato piegato da queste accuse ma non sono stato spezzato» ha aggiunto, lanciando anche un messaggio di speranza: «Non mollare mai se avete ragione la verità viene fuori, le cose possono funzionare. Il vostro capitano è tornato, può succedere di tutto».

https://www.instagram.com/p/B9EahGUipxT/

 

(Credits immagine di copertina: Instagram filomagno82)