Il requiem della fiction su Riace: «Non sarà inserita nel palinsesto Rai»

di Redazione | 09/07/2019

fiction Riace
  • La fiction su Riace, Tutto il mondo è paese, non andrà in onda

  • Oggi lo ha annunciato il direttore generale della Rai Fabrizio Salini

  • Beppe Fiorello aveva alzato la voce quando era stata sospesa nell'autunno scorso

Non ci sarà più spazio per la fiction Riace, prodotta per la Rai. Le puntate della serie televisiva ispirata alla vicenda del sindaco Mimmo Lucano non erano state mandate in onda qualche mese fa, prima ancora che la vicenda giudiziaria nel comune calabrese (con gli arresti del primo cittadino per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina ed altri reati contestati) esplodesse con fragore. Oggi, alla presentazione dei palinsesti della Rai 2019-2020, si è messo definitivamente il punto sul destino della serie televisiva.

Fiction Riace, definitivamente cancellata dalla Rai

«Non è prevista collocazione nel palinsesto» – ha detto l’amministratore delegato della Rai Fabrizio Salini. Beppe Fiorello, invece, sarà protagonista di una nuova serie Tv su Rai 1 dal titolo ‘Gli orologi del diavolo’, in cui interpreta un infiltrato in traffici criminali per conto delle forze dell’ordine.

Ovvio che questa decisione farà molto discutere. La fiction Tutto il mondo è paese era già stata girata ed era anche stata chiusa, pronta per la messa in onda.

Cosa disse Beppe Fiorello quando la fiction Riace fu bloccata una prima volta

Quando nell’autunno del 2018 si decise di fare a meno della fiction, fu lo stesso Beppe Fiorello a esprimere il suo disappunto su Twitter, scrivendo: «Non è la prima volta che una mia fiction viene bloccata: anni fa le foibe perché il governo di allora non gradì, poi la storia di Graziella Campagna. L’allora ministro della Giustizia si indignó. Ora Riace, bloccata perché narra una realtà e nessuno/a dei miei colleghi si fa sentire».

Se già a ottobre erano stati avanzati dubbi sulla sua messa in onda, figurarsi ora che il quadro politico è completamente cambiato. Ma quella di Riace resta una storia degna di essere raccontata. E chissà se ci sarà qualcuno disposto a farsi avanti per mostrare al mondo intero quella vicenda che – in ogni caso – ha rappresentato un modello di accoglienza e di abbattimento delle frontiere e delle barriere.

TAG: Riace