Federica Pellegrini era autorizzata ad accompagnare la madre a fare il tampone?

Dopo l'annuncio dato dalla stessa nuotatrice sui social è scoppiata la polemica

21/10/2020 di Ilaria Roncone

federica pellegrini

Federica Pellegrini ha affermato, nelle sue storie Instagram, di avere accompagnato sua madre presso un drive-in di Verona a fare il tampone dopo la comparsa della febbre. In molti si sono domandati se potesse farlo e se fosse sicuro: all’ennesima persona che le ha fatto presente che non poteva farlo e che ha detto «si può uscire solo quando si risulta negativi» l’atleta ha risposto spiegando la situazione. Sia la Pellegrini che la mamma stanno bene, entrambe a riposo e – anche se ancora si attende il risultato del tampone della madre – «quasi sicuramente sarà positiva», ha detto la nuotatrice.

LEGGI ANCHE >>> Federica Pellegrini positiva al coronavirus, in lacrime su Instagram

La risposta di Federica Pellegrini a chi dice che non può uscire

La replica ai numerosi commenti ricevuti per questa uscita da positiva Federica Pellegrini ha scelto di darla via video: «La dottoressa dell’Asl mi ha detto che potevo: con distanziamento e mascherina. Voglio tranquillizzare tutti». A questa affermazione ha aggiunto: «Io non sono una persona poco responsabile e poco disciplinata, anzi, sono molto responsabile e molto disciplinata. Se sono uscita a portare mia madre a fare il tempone non è perché l’ho deciso alzandomi la mattina, ma perché mi ha autorizzato la dottoressa dell’Asl. Quindi tranquilli, tutto sotto controllo».

Federica Pellegrini poteva uscire dall’isolamento?

Sul sito del ministero della Salute quando si parla di casi positivi al SARS-CoV-2 sintomatici le indicazioni sono le seguenti: «Possono rientrare in comunità dopo un periodo di isolamento di almeno 10 giorni dalla comparsa dei sintomi (non considerando anosmia e ageusia/disgeusia che possono avere prolungata persistenza nel tempo) accompagnato da un test molecolare con riscontro negativo eseguito dopo almeno 3 giorni senza sintomi (10 giorni, di cui almeno 3 giorni senza sintomi + test)». Al fatto che la Pellegrini sia stata autorizzata dalla dottoressa della Asl – a suo dire – possiamo ipotizzare quanto segue: portare la madre in macchina da casa al drive-in e rientrare non può essere sicuramente considerato «rientrare in comunità» e se il parere medico c’è stato ed è stato rispettato (uscire avendo cura di indossare la mascherina e di stare a distanza) allora Federica Pellegrini dovrebbe aver agito secondo le regole.

Share this article