Il deputato di Fratelli d’Italia ai suoi: «Non offendete Boldrini, è un’avversaria coerente»

di Redazione | 09/05/2019

Fabio Rampelli
  • Il vicepresidente della Camera di Fratelli d'Italia invita a cancellare i commenti offensivi contro Laura Boldrini

  • Gli elettori si erano scatenati nel commentare il Torneo Antitaliano lanciato da FdI

Una difesa resasi necessaria dopo l’ultima trovata elettorale di Fratelli d’Italia, che ha dato il via al Torneo antitaliano, scatenando una serie di commenti inappropriati sui presunti «nemici della patria», politici, artisti, scrittori e giornalisti che non farebbero gli interessi dei cittadini italiani. Così, Fabio Rampelli, deputato di FdI e vicepresidente della Camera, ha lanciato la sua difesa nei confronti di Laura Boldrini, neanche a dirlo, presa di mira dai sovranisti nell’ambito dell’assurdo contest lanciato dagli account collegati a Giorgia Meloni.

Fabio Rampelli difende Laura Boldrini dagli insulti

«Preferisco – afferma Rampelli – di gran lunga Laura Boldrini, un’avversaria coerente con le sue idee, anche se risulta antipatica al nostro mondo. Direi di eliminare i post volgari e offensivi da questa pagina perché quando si ospitano gli avversari a casa propria si devono difendere anche dai cafoni».

Il deputato di Fratelli d’Italia ha affermato anche che Laura Boldrini ha sempre svolto in buona fede il suo impegno istituzionale di presidente della Camera. Il torneo antitaliano aveva messo di fronte, in un’improbabile sfida, la stessa Laura Boldrini con una pizza all’ananas. Stando alla logica sovranista del gioco, l’opzione che avesse ricevuto più like sarebbe passata al turno successivo. Presi di mira, oltre all’ex presidente della Camera, tra gli altri, anche Fabio Fazio e Roberto Saviano.

Che cos’è il torneo Antitaliano lanciato da Fratelli d’Italia

Il torneo antitaliano era stato lanciato martedì scorso e subito si erano registrati i primi insulti sessisti ai danni di Laura Boldrini. In un secondo momento, comunque, sono arrivati anche commenti critici nei confronti del’iniziativa di Fratelli d’Italia, tanto che qualcuno aveva già iniziato a parlare di una trovata elettorale-boomerang.