Eva, la bambina curda che parla all’Unicef, alle Nazioni Unite, a Trump: «Fermate questa guerra»

di Gaia Mellone | 15/10/2019

Eva, la bambina curda che parla all’Unicef, alle Nazioni Unite, a Trump: «Fermate questa guerra»
  • L'appello della piccola Eva mandato in onda dalla televisione Curda

  • La bambina curda si rivolge al mondo supplicando di «fermare questa guerra»

  • «Mi darete mai la pace? Mi restituirete la mia infanzia?»

«Vi prego, vi supplico, fermate questa guerra». L’appello lanciato da Eva, una bambina curda intervistata dal telegiornale Kurdistan24, sta facendo il giro del mondo. La bambina si rivolge in inglese all’Unicef, alle Nazioni Unite e a Donald Trump chiedendogli di intervenire e portare finalmente la pace nella sua infanzia.

Eva, la bambina curda che parla all’Unicef, alle Nazioni Unite, a Trump: «Fermate questa guerra»

LEGGI ANCHE> La vera storia del bambino siriano che disse: «Dirò cosa mi hanno fatto a Dio»

«Mi chiamo Eva, sono di Rojava, di Kobane, di Afrin, di Quamishli, di tutto il Kurdistan». Si presenta così la piccola bambina curda il cui appello sta scuotendo le coscienze. In inglese si rivolge alla telecamera, spiegando di essere «figlia unica» e «una bambina dimenticata». «Non ho mai imbracciato un’arma» continua Eva dicendo di avere «solo un grande cuore, rivolto verso tutto il mondo». Proprio al mondo intero rivolge la sua supplica, anche se i destinatari espliciti sono Unicef, Nazioni Unite Donald Trump : «Mi darete mai la pace? – dice – Mi restituirete la mia infanzia?».

(credits immagine di copertina: fermo immagine video Twitter Kurdistan24 Kurdish@kurdistan24tv)

TAG: Curdi, Siria