Esplosione a Beirut, almeno 25 morti e 2500 feriti (tra cui anche un soldato italiano) | VIDEO

Le testimonianze e i filmati delle persone che si trovano sul posto

di Enzo Boldi | 04/08/2020

Esplosione Beirut

Mentre si prova a capire quali siano le cause della doppia esplosione Beirut, la conta delle vittime ha già toccato la doppia cifra. Secondo i media libanesi, infatti, ci sarebbero almeno 25 I feriti, di cui ancora non si conoscono le condizioni, sarebbero un 2500. I primi dati sono stati diffusi dal ministro della salute del Libano. La violenta deflagrazione è avvenuta nella zona del porto.

La prima ipotesi è quella di un sito di stoccaggio di fuochi artificiali (per questo motivo l’esplosione non sarebbe stata singola, ma doppia). Ma alcune ricostruzioni parlano anche di un possibile attentato terroristico. In quella zona, infatti, c’è l’abitazione dell’ex premier Rafik Hariri (ucciso nel 2005). E proprio domani il tribunale di Beirut emetterà la condanna nei confronti di quattro militanti di Hezbollah, accusati dell’omicidio.

LEGGI ANCHE > Una clamorosa esplosione a Beirut | VIDEO

Mentre si cerca di risalire a notizie più certe sulle cause della doppia esplosione Beirut, dal Libano sono arrivate anche le immagini susseguenti alla deflagrazione che ha seminato morti, feriti, sangue e terrore. Sui social network, infatti, sono stati pubblicati alcuni video che mostrano una città spettrale.

Esplosione Beirut, le immagini di una città fantasma

Auto distrutte, palazzi crollati. Gente in strada presa dal panico per quella doppia esplosione che ha generato morte e terrore.

L’onda d’urto provocata dalla doppia esplosione Beirut ha danneggiato anche palazzi lontani dal porto.

Il bollettino di morti e feriti, purtroppo, è in continuo aggiornamento con i soccorsi che stanno provando a raggiungere, con tutte le difficoltà dovute dalle strade devastate dalle esplosioni, la zona del porto.

(foto di copertina: da Twitter)

TAG: Beirut