L’elaborato da portare alla maturità 2020, Azzolina lo conferma: ma restano i dubbi

di Redazione | 16/05/2020

elaborato Maturità 2020
  • Il ministro Lucia Azzolina ha dettato le linee guida per l'esame di maturità 2020

  • Ha parlato anche dell'elaborato preliminare rispetto al colloquio orale che partirà il 17 giugno

  • Tracce entro il 1° giugno e consegna entro il 13

Arriva la conferma ufficiale anche nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’esame di maturità 2020. Lucia Azzolina ha chiarito che, nel corso del colloquio orale – unica prova d’esame che si svolgerà a partire dal 17 giugno prossimo -, sarà presentato un elaborato maturità 2020. Di cosa si tratta? Il ministro ha fornito alcune linee guida per la sua preparazione, ma sui social network continuano a esserci perplessità sulle indicazioni del titolare del ministero dell’Istruzione.

LEGGI ANCHE > Azzolina dice che le scuole chiuse hanno salvato vite umane e detta le regole della maturità 2020

Elaborato maturità 2020, cos’è e come funziona

«Ci sarà un elaborato sulle materie di indirizzo – ha detto Lucia Azzolina -, poi si passerà al resto del colloquio. Mi piacerebbe che gli studenti parlassero anche della propria esperienza con il coronavirus e la quarantena nelle proprie abitazioni». Tuttavia, queste indicazioni erano già state fornite in passato. È la circolare a fornire delle informazioni più precise sull’elaborato maturità 2020:

La discussione di un elaborato riguarderà le discipline di indirizzo dell’istituto scolastico (quelle individuate come oggetto della seconda prova)

L’argomento è assegnato a ciascun candidato su indicazione dei docenti delle discipline di indirizzo medesime entro il 1° di giugno.

L’elaborato è trasmesso dal candidato ai docenti componenti la sottocommissione per posta elettronica entro il 13 giugno.

Per gli studenti dei licei musicali e coreutici, la discussione è integrata da una parte performativa individuale, a scelta del candidato, della durata massima di 10 minuti.

Elaborato maturità 2020, le indicazioni dei docenti

Dunque, occorrerà che gli studenti preparino un argomento riguardante la loro materia di indirizzo, ricevano le indicazioni dei loro docenti sulla traccia da seguire e preparino il loro testo argomentativo-saggio breve entro il 13 giugno, quattro giorni prima della data prevista per l’inizio dei colloqui.

Sui social network vengono sollevate perplessità in merito agli istituti di indirizzo scientifico (con matematica e fisica preminenti nei curriculum). Di che natura dovrà essere questo elaborato? Sarà una sorta di tesina monotematica, partendo da una indicazione più precisa da parte dei docenti, che forniranno delle tracce da seguire per lo sviluppo delle argomentazioni: una dimostrazione, un teorema, una indagine più approfondita. Molto più intuitivo, invece, l’elaborato per quanto riguarda le materie umanistiche, anche se la formula di questa parte dell’esame di maturità in emergenza Covid-19 resta quella più inedita.