Davide Casaleggio attacca Presa Diretta per il reportage su Rousseau: «Servizio vomitevole»

di Redazione | 11/02/2020

Davide Casaleggio

Davide Casaleggio si firma sul Blog delle Stelle. E già questa, di per sé, è una notizia. Lo fa per difendersi dalle accuse emerse dopo il servizio di Presa Diretta andato in onda il 10 febbraio in merito alla piattaforma Rousseau e ai suoi problemi di sicurezza. Nel servizio, ad esempio, si ricordava l’attacco del white hat Rogue0 che aveva mostrato le falle del sistema di sicurezza della piattaforma. Inoltre, ci si era concentrati a fondo sulla divulgazione di dati personali dei principali esponenti del Movimento 5 Stelle. Le interviste a Nicola Biondo e a Marco Canestrari hanno dato una ulteriore profondità al servizio, che faceva capire tutti i meccanismi di funzionamento della piattaforma del Movimento e i suoi effetti sugli utenti.

LEGGI ANCHE > La senatrice ex Movimento 5 Stelle: «Se Di Maio c’entra con Casaleggio all’Onu andrebbe sfiduciato»

Davide Casaleggio si difende dalla puntata di Presa Diretta

Davide Casaleggio, che di solito utilizza il Blog delle Stelle per commemorare il padre Gianroberto e per divulgare i contenuti delle sue conferenze in giro per il mondo, ha debuttato in questo modo: «Ieri sera ho visto un servizio televisivo vomitevole da parte di Rai3 su Rousseau e il Movimento 5 Stelle».

Nel servizio si metteva in correlazione la piattaforma Rousseau e la vicenda di fuga di dati personali di Cambridge Analytica. Presadiretta aveva riportato il racconto di Brittany Kaiser, la talpa che aveva denunciato come milioni e milioni di informazioni personali siano state utilizzate per propaganda elettorale negli Stati Uniti e non solo. Poi, è passato alla definizione della piattaforma Rousseau e alle banche dati degli utenti.

Da questo punto di vista, Davide Casaleggio replica in questo modo: «Volete sapere quali sono i clienti italiani di Cambridge Analytica? Vi do un indizio. Il MoVimento non lo è stato. I giornalisti lo sanno bene e hanno già gli elementi per identificare chi invece lo è stato, ma forse per qualche motivo non vogliono andare fino in fondo. Preferiscono restare sulla viscida linea dell’insinuazione verso il MoVimento».

Inoltre, Davide Casaleggio ha annunciato la sua presenza in programmi televisivi per difendersi da quanto affermato in trasmissione a Presa Diretta: «Mio padre mi ha chiesto di portare avanti il progetto Rousseau e di esserne custode.
A me non piacciono i riflettori, ma credo sia necessario difendere pubblicamente il lavoro di mio padre, delle persone che ci hanno lavorato in questi anni, di quelle che ci lavorano e di quelle che lo sostengono. Nei prossimi giorni andrò in tv per farlo».