Coronavirus, Elon Musk dà ragione a Vittorio Sgarbi sui numeri gonfiati

di Thomas Cardinali | 11/05/2020

L’emergenza coronavirus è stata riconosciuta dalla OMS come pandemia globale, ma c’è chi mette in dubbio l’effettiva gravità dell’emergenza come nel caso di Elon Musk e Vittorio Sgarbi. Il CEO di Tesla si è schierato sin dal primo momento contro gli isterismi collettivi dovuti al coronavirus e ha bocciato il lockdown a cui sono stati sottoposti gli stati nel mondo. Nelle scorse settimane ha definito le misure anti contagio della California degne di un regime totalitario minacciando di spostare la sede della sua compagnia, una delle più importanti al mondo.

L’ultimo messaggio in tal senso arriva direttamente da Twitter, dove l’imprenditore sudafricano ha risposto ad un utente che, taggandolo nel suo messaggio, ha pubblicato il discorso di Vittorio Sgarbi alla Camera dei Deputati in cui il politico e critico d’arte spiegava come i numeri dei morti per coronavirus fossero gonfiati in quanto la maggior parte era deaceduta con il covid-19 e non a causa.

Nel tweet l’utente afferma dunque di sostenere la tesi di Vittorio Sgarbi e di Elon Musk:

“Questo politico italiano dimostra che Elon Musk, io e molti altri stiamo dicendo la verità. Anche Birx e funzionari sanitari lo ammettono. I numeri sono notevolmente gonfiati, Sveglia!“.

Tra le varie risposte è arrivata anche quella di Elon Musk,  che ha spiegato come secondo lui Vittorio Sgarbi abbia ragione. Una  lancia a favore dunque del popolare critico d’arte, che in Italia ha diviso molto nelle ultime settimane con le sue teorie negazioniste sul coronavirus e, nelle ultime ore, anche contro la cooperante Silvia Romano liberata dopo 18 mesi di prigionia.