«Il coronavirus non è stato creato in laboratorio, ma si è originato da processi naturali»

di Enzo Boldi | 19/03/2020

paesi con più contagi

Sul Covid-19 ne sono state detto molte, anche troppe. Compresa tutta quella serie di bufale che sono iniziate a circolare a spron battuto e senza soluzione di continuità fin dagli albori dell’emergenza a Wuhan e nella regione cinese dell’Hubei. Le grandi menti complottiste, italiane e non, hanno messo in giro voci di un Coronavirus creato in laboratorio e poi sparso nel mondo. C’è chi ha dato la colpa di questo esperimento scientifico finito male alla Cina; chi agli Stati Uniti che avrebbe generato il SARS-CoV-2 per poi diffonderlo partendo da Wuhan. Ora è stato pubblicato lo studio genetico che conferma come il tutto si sia originato da un processo naturale.

LEGGI ANCHE > La bufala del complotto sul Coronavirus e lo stato d’emergenza in Italia dichiarato prima dei contagi

Lo Scripps Research Institute di La Jolla ha condotto questa analisi del genoma del SARS-CoV-2, dimostrando come il Coronavirus si sia generato non da un laboratorio, ma attraverso un processo naturale. «Confrontando i dati genetici ad oggi disponibili per diversi tipi di coronavirus – ha detto Kristian Andersen, uno dei medici ricercatori che hanno condotto lo studio pubblicato sulla rivista Nature Medicin -, possiamo risolutamente determinare che il SARS-CoV-2 si è originato attraverso processi naturali».

Coronavirus creato in laboratorio, lo studio che smentisce la bufala

Un’evoluzione naturale di tutti quei virus che fanno parte della famiglia dei Coronavirus, senza alcuna manipolazione da parte dell’uomo. Lo studio ha messo in evidenza la costituzione fisica del virus, dotato di un cosiddetto Spike che serve per attaccarsi alle cellule umane e infettare gli esseri umani. Dall’analisi genetica effettuata, è apparsa evidente una ‘perfezione’ nelle molecole virali che non possono che essere il risultato di una selezione naturale.

Stop ai complotti

Niente Coronavirus creato in Laboratorio. Niente esperimento finito male e sfuggito. Nessun piano di attacco di un Paese (gli Stati Uniti sono i più citati in queste teorie del complotto diffuse sui social) nei confronti di un altro per indebolire la sua economia. Nulla di tutto ciò. Questa grave polmonite virale sembra essere, a tutti gli effetti, la risultante di un processo naturale.

(foto di copertina: Da Pixabay)