I Carabinieri condividono la conferenza stampa di Conte da un profilo a favore dell’Italexit

24/03/2020 di Enzo Boldi

Conferenza stampa conte carabinieri

Un errore, una gaffe. Ma da un profilo social istituzionale come quello dei Carabinieri. Il tutto è accaduto all’inizio della conferenza stampa del Presidente del Consiglio che annunciava gli ulteriori provvedimenti presi dal governo per gestire l’emergenza Coronavirus in Italia. L’Arma – ovviamente si fa riferimento a chi gestisce le pagine social – ha condiviso (come ovvio) le parole di Giuseppe Conte, ma su Facebook non l’ha fatto attraverso la condivisione dai canali ufficiali della Presidenza del Consiglio. Il tutto, infatti, è stato riproposto partendo da un post pubblicato su un gruppo Facebook che chiede l’Italexit. La gaffe conferenza stampa Conte Carabinieri è rimasta online per qualche minuto, prima della rimozione.

LEGGI ANCHE > La bufala del balcone crollato con la striscione ‘Andrà tutto bene’

La denuncia arriva dalla pagina Facebook di Più Europa, che ha sottolineato la gravità di quel che è avvenuto sulla pagina social dei Carabinieri.

Conferenza stampa Conte Carabinieri, la condivisione dal gruppo Italexit

«La pagina ufficiale dei Carabinieri ha ricondiviso non la conferenza stampa del presidente del Consiglio, ma un post di un gruppo dichiaratamente politico, sovranista, favorevole all’ItalExit e anti-europeo. Il post è stato dopo qualche minuto rimosso, non prima di aver comunque avuto una circolazione. Ci auguriamo che i vertici dei Carabinieri vogliano spiegare cosa è accaduto, per tranquillizzare tutti». Ovviamente il post sulla pagina dell’Arma è scomparso, mentre su Twitter la condivisione risulta essere dal profilo ufficiale della Presidenza del Consiglio.

 

Stop Europa e la diretta del presidente del Consiglio

A condividere la conferenza stampa di Giuseppe Conte sul gruppo StopEuropa è stato Michele Farina, amministratore dello stesso gruppo su Facebook. E proprio quel suo post è stato ripreso dai Carabinieri e condiviso, per qualche minuto, sulla pagina Facebook dell’Arma.

(foto di copertina: da profilo Facebook di Più Europa)

Share this article