Il Ministero della Salute ritira alcuni lotti di Coca Cola

di Enzo Boldi | 18/02/2020

coca cola

Otto lotti di bottigliette da 20cl. Il Ministero della Salute ha diramato una nota in cui chiede ai cittadini di fare attenzione agli ultimi acquisti di Coca Cola. Nei lotti citati nel comunicato, si potrebbero riscontrare le tracce di alcuni filamenti di vetro che comporterebbero un rischio fisico per i consumatori. Le bottigliette finite sotto osservazione sono state prodotte e confezionate all’interno dello stabilimento di Nogara, in provincia di Verona.

LEGGI ANCHE > Coca Cola blocca investimenti di 49 milioni per la Sugar tax: a rischio lo stabilimento di Marcianise

Sul sito del dicastero della Salute sono riportati i numeri dei lotti da ritirare dal mercato, qualora alcune confezione non siano state già vendute agli utenti finali:

Coca Cola Original Taste:

L200107 con data di scadenza fissata al 6-01-2021
L200108 con data di scadenza fissata al 7-1-2021
L191220 con data di scadenza fissata al 19-12-2020
L191221 con data di scadenza fissata al 20-12-2020
L200109 con data di scadenza fissata al 8-1-2021
L191218 con data di scadenza fissata al 17-12-2020
L191219 con data di scadenza fissata al 18-12-2020

Coca Cola Zero Zuccheri:

L200109 con data di scadenza fissata al 10-7-2020.

Otto lotti di Coca Cola ritirati in Italia

Nella nota diffusa di parla di «possibile presenza di corpi estranei» all’interno delle bottigliette di vetro contenute nelle confezioni che fanno parte dei lotti sopracitati. Si tratta di filamenti di vetro che, se ingeriti, possono provocare seri danni e rischi per la salute. Per questo motivo ne è stato disposto il ritiro dagli esercizi commerciali che trattano il prodotto.

Cosa fare in caso di acquisto

Il ministero della Salute invita tutte le persone che hanno acquistato le bottiglie che riportano i numeri dei lotti incriminati a contattare il numero verde 800-534-934 per chiedere la sostituzione del prodotto con uno che rispetti le norme di sicurezza e non metta a rischio la salute della persona.

(foto di copertina: da Pixabay)

TAG: Coca Cola