A Chengdu, in Cina, in migliaia festeggiano la chiusura del consolato USA

di Marta Colombo | 27/07/2020

Cina USA

Continua la saga Cina-USA. Migliaia di persone, provenienti da diverse parti del Paese, si sono radunate per due giorni fuori dal consolato USA a Chengdu, nella regione del Sichuan, per aspettare la sua chiusura e festeggiare l’abbassamento della bandiera statunitense, una mossa simbolica che rappresenta l’ennesimo deterioramento delle relazioni tra le due superpotenze.

Il consolato ha ufficialmente chiuso questa mattina, in seguito alla decisione di Pechino, una mossa in risposta alla chiusura forzata del consolato cinese a Houston la scorsa settimana.

Mentre diversi impiegati venivano scortati fuori dal complesso, la folla scattava foto delle strade bloccate e delle persone ammassate per osservare il momento storico.

«Il mio ufficio apre alle 9.30 ma ho deciso di aspettare qui fino alle 10 per assistere alla chiusura del consolato, è una cosa importante che succede una volta nel corso di svariati decenni», ha detto la 30enne Ellen Hu al South China Morning Post mentre aspettava davanti all’edificio.

LEGGI ANCHE >Escalation tensioni Cina-USA: Pechino costretta a chiudere consolato a Houston

In Cina, festeggiano l’escalation delle tensioni con gli USA

l’atmosfera era già festosa da venerdì sera, quando in migliaia si era radunati per scattare selfie e filmare video davanti al consolato, inaugurato nel 1985, in seguito all’annuncio del governo di Xi Jinping.

Jolin Wang, una giovano residente di Chengdu, ha raccontato al quotidiano di Hong Kong di aver passato gli ultimi tre giorni, armata di ombrello per il sole e cannocchiale, davanti all’edificio. «È una questione internazionale ed è successo vicino a me, voglio seguire ogni passo della vicenda», ha detto la 26enne.

Diversi osservatori, aspettano di vedere il momento in cui gli ufficiali cinesi entreranno nel consolato, esattamente, quello che è successo a Houston settimana scorsa, quando degli agenti statunitensi hanno varcato la soglia dell’ufficio diplomatico cinese segnando la sua chiusura definitiva.

Secondo diversi esperti, le relazioni tra la Cina e gli USA continueranno a deteriorarsi finché Donald Trump resterà al potere. Xi, dal canto suo, è considerato il leader cinese più forte e nazionalista dai tempi di Deng Xiaoping.

 

TAG: Cina-USA