Il sindaco di Messina annuncia droni che, con la sua voce, diranno: «Dove ca**o vai, torna a casa» | VIDEO

di Enzo Boldi | 25/03/2020

Cateno De Luca

Va bene prendere provvedimenti severi per tentare di contenere il numero dei contagi da Coronavirus, ma c’è qualche rappresentante delle istituzioni locali che rischia di esagerare, trasformando la fascia tricolore in una macchietta. Perché quando finirà tutta questa situazione, in Italia ci si ricorderà sicuramente di personaggi come Cateno De Luca, sindaco di Messina che è ormai famoso – al pari del suo omonimo governatore della Regione Campania – più per le uscite social che per altro.

LEGGI ANCHE > Il sindaco di Messina annuncia il coprifuoco: «Non voglio avere sulla coscienza vittime del futtitinni»

L’ultima uscita, che a guardarla a mente fredda è più divertente che utile, riguarda l’utilizzo dei droni per monitorare eventuali violazioni delle ordinanze sulla limitazione della circolazione in giro per Messina. Fa sorridere non tanto per l’utilità, dato che si tratta di una soluzione adottata da molti comuni, ma per il modo in cui viene presentata e tutto quel che viene dipinto intorno. Vedere il filmato per credere.

Cateno De Luca e i droni con la sua voce

Il video non è un fake, la notizia non è una bufala. Cateno De Luca, sindaco di Messina, ha realmente condiviso sulla sua pagina Facebook questo filmato in cui annuncia l’utilizzo dei droni per sorvegliare la città. È ovviamente legittimato a farlo, ma farne un uso con un megafono da cui gridare «Dove caz*o vai, non si esce! Questo è l’ordine del sindaco De Luca e basta, vi becco a uno a uno. Non vi posso impedire formalmente di uscire da casa? Bene, vi impedisco di passare sul suolo pubblico, non si esce da casa, né passiu né babbiu, non si esce», sembra essere un atteggiamento esageratamente macchiettistico. Un’esasperazione di personaggi in cerca d’autore che, con proclami del genere, stanno ottenendo una visibilità inaspettata.

(foto di copertina: da profilo Facebook di Cateno De Luca)