L’inquietante storia di un camionista arrestato con 39 cadaveri nel container

di Redazione | 23/10/2019

camion dei migranti con morti
  • Un camion con 39 cadaveri nel container è stato ritrovato in un'area industriale

  • L'episodio è sotto indagine da parte della polizia dell'Essex

  • Arrestato il conducente: è un 25enne nordirlandese

Una vera e propria sequenza da film dell’orrore. La polizia dell’Essex, in Gran Bretagna, ha arrestato un giovane di 25 anni che aveva nel suo camion ben 39 cadaveri. È stata avviata un’indagine per omicidio nei confronti dello stesso autista – proveniente dall’Irlanda del Nord – che aveva lasciato il suo camion con morti in una zona industriale.

LEGGI ANCHE > Francia, un uomo si asserraglia in un museo di Saint Raphael

Camion con morti trovato in Gran Bretagna

Le vittime, infatti, sono state ritrovate nel parco industriale di Waterglade a Grays: tra di loro – stando alla polizia dell’Essex – c’era anche un adolescente. La polizia ha detto di essere stata chiamata dal servizio di ambulanza poco prima dell’1:40 di mercoledì 23 ottobre, in seguito alla scoperta di un container per camion con persone all’interno del parco industriale di Eastern Avenue.

Il responsabile delle forze dell’ordine Andrew Mariner ha affermato: «Questo è un tragico episodio in cui un gran numero di persone ha perso la vita. Sono in corso delle indagini per capire cosa sia successo – ha continuato -. Stiamo identificando le vittime. Tuttavia, prevedo che questo processo potrebbe richiedere molto tempo».

Camion con morti in Gran Bretagna: le indagini proseguono

Sempre fonti ufficiali della polizia sono portate a ritenere che il camion provenga dalla Bulgaria e che sia entrato in Gran Bretagna sabato 19 ottobre: «Abbiamo arrestato il camionista – ha riferito sempre Mariner – che rimane sotto la custodia della polizia mentre le nostre indagini continuano. Stiamo lavorando per mitigare qualsiasi impatto delle nostre investigazioni sulla produzione della zona industriale. Ma siamo consapevoli che in queste ore ci saranno problemi per chi lavora in quest’area».