In Bhutan, Il cambiamento climatico sta sciogliendo i ghiacciai e mettendo a rischio la popolazione

03/08/2020 di Marta Colombo

Bhutan

Le montagne più alte del Bhutan, il piccolo regno himalayano che confina con il Tibet, i suoi laghi e le zone circostanti sono considerati sacri dalla popolazione locale e restano praticamente inesplorati dagli umani. Nonostante questo, l‘inquinamento globale li ha raggiunti e sta lentamente distruggendo i ghiacciai della zona. L’aumento delle temperature, causato dal cambiamento climatico, sta accelerando il processo, mettendo a rischio centinaia di migliaia di persone. Infatti, i ghiacciai stanno aumentando il livello d’acqua dei laghi che li circondano, che potrebbero crollare da un momento all’altro.

«Con il riscaldamento globale, i ghiacciai si stanno sciogliendo e l’acqua si muove a valle molto più in fretta. Lo chiamiamo uno tsunami nel cielo, che può arrivare in qualsiasi momento», ha spiegato Karma Drupchu, il direttore nazionale del centro meteorologico e idrologico del Bhutan in un’intervista a CNA (Channel News Asia). «Qualsiasi tipo di breccia risulterà in un gigantesco flusso d’acqua a valle con conseguenze devastanti perché il 70% della popolazione del Bhutan vive vicino ai fiumi che scendono dalle montagne, non solo la perdita di vite ma anche un disastro economico», ha continuato.

LEGGI ANCHE >Australia: fa causa al governo per i rischi finanziari legati al cambiamento climatico

I ghiacciai immacolati del Bhutan sono tra le ultime vittime del riscaldamento globale

Un’indagine del centro meteorologico e idrologico del Bhutan ha identificato 2674 laghi glaciali, di cui 17 considerati ad alto rischio e potenzialmente pericolosi per la popolazione. lo scioglimento accelerato dei 700 ghiacciai del Paese sta causando la continua formazione di nuovi piccoli laghi nelle valli che circondano le montage.

Il Bhutan è l’unico Paese al mondo ad impatto zero e ha un ruolo importante nel contenere gli effetti devastanti del cambiamento climatico. La costituzione del regno prevede la protezione dell’ambiente e, nel corso degli anni, diverse industrie potenzialmente nocive alla natura, sono state vietate per favorire la conservazione delle preziose risorse naturali. Nonostante gli sforzi, il fardello del cambiamento climatico ha raggiunto anche questo piccolo paradiso himalayano.

Share this article