Un giornalista si è ricordato di aver intervistato Banksy nel 2003

di Gaia Mellone | 05/07/2019

Un giornalista si è ricordato di aver intervistato Banksy nel 2003
  • L'identità di Banksy è avvolta dal mistero da diversi anni

  • Un giornalista scorrendo l'archivio video ha ritrovato una sua intervista del 2003

  • «Ricordo di averci parlato e aver visto il suo viso, ma non mi ricordo che aspetto abbia»

Ciclicamente appaiono nuove teorie sull’identità dell’artista Banksy, uno dei più interessanti del nuovo secolo. La più accreditata, forse più per romanticismo che per prove effettive, rimane quella che identifica l’artista con il cantante dei Radiohead Thom Yorke. Banksy dal canto suo, decidendo di non rilasciare interviste, ha cavalcato la storia dell’anonimato forse nata un po’ per sbaglio. Ora però emerge un video realizzato nel 2003 in cui un giovanissimo Banksy spiega che preferisce coprire il suo volto per nascondere la sua identità perché «non puoi davvero essere un writer e poi diventare pubblico: le due cose non vanno d’accordo». E il giornalista conferma: «L’ho visto in faccia»

Un giornalista si è ricordato di aver intervistato e visto in faccia Banksy nel 2003

Il video è stato ritrovato da Robert Murphy di ITV West Country. Mentre cercava in archivio del materiale su Banksy, ha trovato il file con il nome “Intervista a Banksy”. Quella realizzata nel 2003 dal giornalista Haig Gordon potrebbe essere l’unica intervista televisiva mai rilasciata. Il giornalista ha confermato che si trattava proprio di Banksy, ancora all’inizio della sua carriera, intervistato a Dalston – zona nord est di Londra –  prima della mostra di Banksy’s Turf War . Il ragazzo appare con un cappellino da baseball e una maglietta tirata sulla parte inferiore del volto, ma gli occhi, le sopracciglia e la fronte sono visibili.«È strano, qualsiasi sua apparizione ha grande valore – ha commentato con Itv il giornalista Gordon – ho avuto una visione completa di lui, e l’ho completamente sperperato.  Ho buttato via tutto dimenticandomene».

Haig Gordon racconta poi di ricordarsi di un ragazzo molto alla mano, simpatico, rilassato. E sopratutto, ricorda di averci parlato a viso scoperto, punzecchiandolo anche sull’ipotesi di strappargli la maglietta dal viso durante le riprese. «Ho visto la sua faccia – ha confermato Gordon – L’unico problema è che non riesco a ricordare come fosse». Insomma, qualcuno la fuori, che non è amico o familiare, sa che volto ha Banksy. Ma non se lo ricorda.

(Credits immagine di copertina: fermo immagine Youtube ITV News

TAG: banksy