Si fa strada l’ipotesi delle autocertificazioni solo per gli spostamenti tra regioni

24/04/2020 di Ilaria Roncone

Tra le varie ipotesi al vaglio nello studio del governo per dare forma alla fase 2 emerge anche questa. Fonti governative hanno confermato che nel piano è presente anche l’ipotesi, dal 4 maggio in poi, di prevedere l’autocertificazione solo per gli spostamenti da regione a regione. L’autodichiarazione non dovrebbe più essere necessaria, invece, per spostarsi nel comune attuale di domicilio o residenza e nell’ambito della regione in cui ci si trova.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, per De Luca chi chiede di riprendere la movida è «uno scemo che si è bevuto il cervello»

Si potrà viaggiare da regione a regione dal 4 maggio?

L’ipotesi comunicata lascia intendere che già dal 4 maggio dovrebbe essere possibile viaggiare da regione a regione se si hanno le comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità e motivi di salute che abbiamo imparato a conoscere. Come riporta AdnKronos, però, un’altra fonte di governo ha fatto sapere che – per il momento – è difficile che questa opzione venga adottata già a partire dal 4 maggio. L’ipotesi più probabile è che si proceda in questo modo ma che gli spostamenti interregionali saranno permessi solamente più in là. Secondo l’ipotesi che si fa strada, quindi, possiamo sperare che dal 4 maggio per muoverci nelle nostre città e nelle regioni in cui ci troviamo attualmente non serva più compilare l’autocertificazione.

«Possiamo guardare con fiducia al futuro, ma con cautela»

Queste le parole di Roberto Speranza. Il ministro della Salute ha fatto sapere che il netto miglioramento della situazione c’è ma che, comunque, questo vuol dire solo che «ci sono le condizioni per programmare il domani ma con i piedi ben piantati nell’oggi». Speranza ha chiarito come il virus stia ancora circolando sul nostro territorio e «guai a pensare che la battaglia sia vinta. Abbiamo creato le condizioni ma adesso prudenza e gradualità massima, siamo davanti a un nemico difficile».

 

(Immagine copertina da Pixabay)

Share this article