Salvini condivide la bufala del cane antidroga ‘Pocho’ minacciato dalla camorra

di Redazione | 02/11/2018

pocho
  • Nei giorni scorsi è circolata la bufala di un cane antidroga, 'Pocho', minacciato dalla camorra a Napoli

  • La notizia falsa è stata anche rilanciata dal ministro dell'Interno Matteo Salvini

  • «Onore a te», il messaggio dai profili Facebook e Twitter del vicepremier e leader della Lega

La notizia del cane antidroga ‘Pocho’ minacciato dalla camorra a Napoli, circolata nei giorni scorsi, era una bufala. Non se n’è accorto però Matteo Salvini, come sempre attivissimo sui social network, e non se ne sono accorti nemmeno i suoi collaboratori, visto che ieri sera attraverso le pagine Facebook e Twitter del ministro dell’Interno e leader della Lega la storia falsa è stata rilanciata. «Grazie al suo naso infallibile, questo cane antidroga ha fatto perdere milioni di euro ai camorristi che, per questo, ora lo vogliono morto. Fate schifo», è stato il messaggio del vicepremier. E ancora: «Grande Pocho, onore a te», ha esultato Salvini.

 

salvini
(Immagine: screenshot dal profilo Facebook di Matteo Salvini)

 

Salvini rilancia la notizia bufala del cane ‘Pocho’ minacciato dalla camorra

Stando a quanto riportato da diversi giornali e siti d’informazione, sul cane poliziotto di Napoli, un jack russell terrier di 9 anni capace di scovare centinaia di chili di droga, la criminalità organizzata avrebbe addirittura messo una taglia, con l’obiettivo di ucciderlo con qualsiasi mezzo possibile, anche polpette avvelenate. La fake news è stata scoperta dalle Iene, che ha contattato la Questura. E la Questura ha confermato che la notizia della taglia è una bufala assoluta. Insomma, è falsa la storia della camorra che dà la caccia all’animale. Le Iene ne hanno parlato già tre giorni fa. Bisogna avvertire qualcuno al Viminale.

 

salvini
(Immagine: screenshot dal profilo Twitter di Matteo Salvini)

 

(Foto di copertina da archivio Ansa. Credit immagine: ANSA / MAURIZIO BRAMBATTI)