Lorella Cuccarini si riscopre sovranista: «Ho votato per le forze di governo»

di Enzo Boldi | 22/10/2018

Lorella Cuccarini
  • Lorella Cuccarini e il concetto di sovranità iscritto nella Costituzione italiana

  • Marcello Foa e le sue teorie sulla manipolazione dell'informazione

  • Il voto per le forze di governo

Marcello Foa, Alberto Bagnai, il sovranismo, il «no euro» e le forze di governo. Una Lorella Cuccarini che non ti aspetti nell’intervista a La Verità. L’attrice, presentatrice e cantante romana ha raccontato a Luca Telese la sua visione della situazione politica e sociale italiana, sottolineando come negli ultimi anni si sia acceso in lei un sentimento sovranista che è in linea con le forze che sono attualmente al governo. E che lei ha votato.

LEGGI ANCHE > Spunta una nuova «manina» nel testo della Manovra

«Sovranità sembra esser diventata una brutta parola – spiega Lorella Cuccarini a La Verità -. Eppure il concetto è iscritto nel primo articolo della nostra Costituzione». La 53enne showgirl, partita da «La Notte vola», ha le idee chiare sul suo ideale di politica per l’Italia e ha ben chiare anche le figure di riferimento che l’hanno convinta a interessarsi maggiormente a cosa accade nel nostro Paese: il nuovo presidente della Rai Marcello Foa e l’economista (ora deputato) «no euro» Alberto Bagnai.

Lorella Cuccarini: «Foa e Bagnai due punti di riferimento»

«Ho letto un paio di libri che mi hanno fatto riflettere sul concetto di manipolazione, facendomi completamente cambiare la testa – spiega Lorella Cuccarini -. Ho trovato illuminante ‘Gli stregoni della notizia’ di Marcello Foa. È uno spaccato molto preoccupante sull’informazione». Altro punto di riferimento, oltre al neo presidente della Rai, è un economista no euro: «Sono diventata un’assidua frequentatrice del sito di Alberto Bagnai perché ha il dono della chiarezza. Persino io che non ho mai capito nulla di economia riesco a capire tutto quello che dice».

«Non si può vivere col timore dello spread»

Poi la stoccata all’Europa e alle sue istituzioni: «Non è la bella favola che ci raccontano. Viviamo in una Unione divisa dagli egoismi, costruita sulla speculazione dei grandi mercati. Non c’è etica, c’è troppa finanza. Gli italiani vivono con l’incubo dello spread. Non è giusto». Poi, se ce ne fosse bisogno dopo tutto ciò che ha detto, Lorella Cuccarini ha risposto alla domanda sul suo voto alle scorse elezioni del 4 marzo: «Diciamo che ho votato per le forze di governo».

(foto di copertina: CARLO FERRARO ANSA)