L’Italia è stata eletta nel Consiglio dell’Onu

di Redazione | 12/10/2018

onu

L’Italia è stata eletta per il triennio 2019-2021 al Consiglio dei Diritti Umani dell’Onu dall’Assemblea Generale, con 180 voti.

Gli altri membri eletti per il triennio 2019-2021, sulla base dei gruppi regionali, sono Burkina Faso con 183 voti, Cameroon (176), Eritrea (160), Somalia (170), Togo(181), India (188), Barhain (165), Bangladesh (178), Fiji (187), Filippine (165), Argentina (172), Uruguay (177), Bahamas (180), Austria (171), Danimarca (167), Bulgaria (180) e Repubblica Ceca (178). Gli Stati Uniti hanno ottenuto un voto: sono usciti dall’organo dell’Onu nel giugno scorso e non erano candidati.

LEGGI ANCHE > Tria smentisce Di Maio su Alitalia: «Mai parlato di inserirla nel Mef»

CONSIGLIO ONU: COME FUNZIONA

Il Consiglio delle Nazioni Unite è composto da cinque membri permanenti e dieci membri non-permanenti eletti in rappresentanza dei paesi membri delle Nazioni Unite. L’Assemblea Generale elegge i dieci membri non-permanenti (cinque all’anno) con un mandato di due anni a partire dal primo gennaio. I membri sono scelti dai Gruppi Regionali e confermati dall’Assemblea Generale. Un rappresentante di ogni Paese membro deve essere costantemente presente in modo che il Consiglio possa riunirsi anche in casi di emergenza.

Uno Stato membro delle Nazioni Unite, ma non del Consiglio di sicurezza può prendere parte alle sedute del Consiglio se esso ritiene che le decisioni prese possano coinvolgere i suoi interessi. Il Presidente del Consiglio di sicurezza cambia con una turnazione mensile tra i membri seguendo l’ordine alfabetico. Anche il Segretario Generale delle Nazioni Unite ha un seggio presso il Consiglio di sicurezza, ma non può votare.

 

(in copertina presidente del Consiglio Giuseppe Conte al Palazzo di vetro dell’Onu per l’assemblea generale delle Nazioni Unite, che lo vedrà impegnato fino a mercoledì, New York, 25 Settembre 2018. ANSA/CHIGI PALACE PRESS OFFICE/FILIPPO ATTILI)

TAG: Italia, Onu