Salvini, diretta Facebook senza il nome di Stefano Cucchi: poi invita i parenti al Viminale

di Gianmichele Laino | 11/10/2018

Salvini tace su Cucchi

Da un lato c’è una svolta storica nei confronti di Stefano Cucchi e del processo relativo al giovane ucciso dopo un fermo, dall’altro c’è il ministro dell’Interno Matteo Salvini. Oggi, il carabiniere Francesco Tedesco ha affermato che furono due suoi colleghi a pestare violentemente Stefano Cucchi, abbattendo – come ha affermato la sorella del giovane – il muro dell’omertà sulla vicenda.

LEGGI ANCHE > Caso Cucchi, il racconto choc del Carabiniere: «Fu spinto e preso a schiaffi e calci in faccia»

Salvini su Cucchi: diretta Facebook di 27 minuti senza nominarlo

Tuttavia, Salvini – ministro dell’Interno – non ha avuto modo di intervenire sulla storia non appena è uscita la notizia: poco dopo le 13.30 si era collegato in diretta su Facebook per «documentare agli elettori l’operato di queste ultime settimane».

Ha parlato di forze dell’ordine, di assunzioni nelle forze dell’ordine, di abusi nei confronti delle forze dell’ordine, ma non ha fatto alcun riferimento a una vicenda che sembra procedere proprio in direzione di un abuso commesso dalle forze dell’ordine nei confronti di una persona che era stata fermata. Sarà forse per i suoi trascorsi con Ilaria Cucchi (due anni fa, Salvini aveva detto che avrebbe dovuto vergognarsi per quello che stava facendo) o per la vicinanza ad ambienti (e a uomini) che hanno sempre attaccato chi ha difeso casi come quello di Stefano Cucchi o Federico Aldrovandi?

Ventisette minuti di diretta Facebook a mostrare dai tetti di Roma l’Altare della Patria, l’Eur e Latina (sic!) «senza essere accusato di rievocare Mussolini», ad anticipare che sarà lui a guidare la ruspa che abbatterà una villa dei Casamonica ad annunciare la chiusura dei negozi etnici la sera alle 21. Su Stefano Cucchi, invece, nemmeno una parola.

Salvini nel pomeriggio invita i parenti di Cucchi al Viminale

Soltanto nel primo pomeriggio, il ministro dell’Interno è intervenuto sull’argomento, dopo che lo aveva già fatto il presidente della Camera Roberto Fico. Matteo Salvini ha invitato sia Ilaria Cucchi, sia gli altri familiari di Stefano al Viminale: «Sono i benvenuti – dichiara Salvini -. Eventuali reati o errori di pochissimi uomini in divisa devono essere puniti con la massima severità. Ma questo non può mettere in discussione la professionalità e l’eroismo quotidiano di centinaia di migliaia di ragazzi e ragazze delle forze dell’ordine».

[Screenshot della diretta Facebook di Matteo Salvini dell’11 ottobre 2018]