|

«Date una bandiera all’Aquarius»

Medici senza Frontiere lancia un appello ai governi di tutto il mondo perché diano una bandiera alla nave umanitaria Aquarius, che le autorità di Panama hanno cancellato dai propri registri.

LEGGI ANCHE > Perché la nave Aquarius 2 rischia di diventare “pirata” e cosa c’entra l’Italia

«Facciamo un appello a tutti i governi, non solo europei: ai governi che hanno a cuore la vita delle persone, affinché ci venga data una bandiera perché vogliamo continuare a lavorare nel Mediterraneo, il mare oggi più pericoloso, in modo trasparente e secondo la legge, come abbiamo sempre fatto». A chiederlo è Claudia Lodesani, presidente di Medici Senza Frontiere (Msf), intervenuta in una conferenza stampa congiunta con Sos Mediterranee sul caso Aquarius. Presente in conferenza anche Frédéric Penard, direttore delle operazioni Sos Mediterranee, il quale rispondendo a una domanda sulla possibilità di avere una bandiera dal Vaticano, come scritto da alcuni media internazionali: «Sarebbe ben accolta». «Non abbiamo contattato direttamente il Vaticano, che però ha un suo registro e tecnicamente potrebbe farlo», ha detto Penard. Lodesani è poi tornata a denunciare la «diffamazione delle organizzazioni umanitarie, basata su menzogne e intimidazioni anche a Paesi terzi e su un tentativo di criminalizzare la solidarietà».

(Credit Image: © Roberto Runza/Xinhua via ZUMA Wire)