La grande fuga da Facebook: se ne vanno i due fondatori di Instagram (dopo quelli di Whatsapp)

di Redazione | 25/09/2018

instagram

I cofondatori di Instagram, ovvero Kevin Systrom e Mike Krieger, hanno deciso di lasciare Facebook, la società che nel 2012 aveva acquistato il loro social network per un miliardo di dollari. I due si sono dimessi e prevedono ora di uscire definitivamente nelle prossime settimane. La notizia viene riportata dal New York Times citando alcune fonti, secondo le quali l’addio di Systrom e Krieger solleva dubbi sul futuro di Instagram, in un momento difficile per Facebook, che si trova ad affrontare molte sfide, dopo le pesanti accuse di aver violato la privacy degli utenti.

I due fondatori di Instagram, Kevin Systrom e Mike Krieger, lasciano Facebook

Systrom, che è amministratore delegato di Instagram, e Krieger, il chief technical officer dell’app, non hanno dato spiegazioni sul motivo della loro uscita, si sono anzi detti entusiasti per le prospettive della loro creatura, ma si vocifera di forti tensioni con i vertici di Facebook. In un post pubblicato ieri i due si sono detti pronti ad accettare nuove sfide e a scrivere un nuovo capitolo della loro esperienza. Il fondatore ed amministratore delegato di Facebook, Mark Zuckerberg, dal canto suo ha dichiarato di aver imparato molto da lavoro con Systrom e Krieger, di essersi divertito, di non vedere l’ora di scoprire cosa costruiranno i due in futuro.

In azienda Instagram è stata considerata una realtà distinta da Facebook, quindi non una sua divisione o un suo ramo, ma nel tempo progressivamente il social delle foto si è avvicinato nella filosofia alla più grande piattaforma, a cominciare dall’ordinamento algoritmico della cronologia e dai tanti annunci pubblicitari. L’addio dei fondatori di Instagram arriva appena 6 mesi dopo la partenza da Facebook dei fondatori di Whatsapp, app ceduta nel 2014, cioè Jan Koum e Brian Acton. La rottura con Zuckerberg in quel caso era arrivata a seguito dello scandalo Cambridge Analytica. Indubbiamente c’è aria di cambiamento a Facebook: a maggio Chris Cox, capo del prodotto, è stato messo alla guida della cosiddetta ‘family of apps’, che comprende Instagram, Whatsapp, Messenger, oltre a Facebook stessa. Chissà quanto ha pesato anche questa scelta.

(Foto di copertina Zumapress da archivio Ansa. Credit immagine: Omar Marques / SOPA Images via ZUMA Wire)