Netflix
|

Per la prima volta un film prodotto da Netflix ha vinto il Leone d’Oro a Venezia

Roma di Alfonso Cuarón si è aggiudicato il Leone d’Oro a Venezia 75. Una storia che parla di Città del Messico e della vita di Cuarón, un dipinto delle tappe principali del regista, con al centro un ritratto commosso delle donne che hanno avuto un’influenza immensa su di lui e su tutto il suo percorso di crescita.

LEGGI ANCHE > “Basta Netflix”: il mistero dei cartelloni apparsi a Milano

Netflix conquista Leone d’Oro Venezia

La novità principale riguarda la produzione del film vincitore di Venezia. Per la prima volta, infatti, un film prodotto da Netflix si aggiudica il premio più ambito.

Venezia si conferma un festival che sa modernizzarsi, capire le tendenze e adeguarsi. A differenza, per esempio, de La Croisette di Cannes che ha voluto mantenere un profilo più “alto” e impedire a Netflix l’accesso al festival.

Scelta condivisibile o meno, il portale streaming ha ufficialmente abbattuto un altro confine nel suo processo di espansione sul mercato.

Cuarón, nel suo discorso di ringraziamento, ha dedicato parole profonde alla sua tata, Cleo, la protagonista del film che ha compiuto gli anni il giorno della premiazione: “Questo film è il prodotto del mio immenso amore per te, per la mia famiglia, per il mio Paese”.

Netflix, tutti i premi a Venezia Leone d’Oro

Questi gli altri premi:

Leone d’argento: Gran premio della giuria a «The Favourite» di Yorgos Lanthimos

Leone d’argento: Premio per la migliore regia a Jacques Audiard per il film «The Sisters Brothers»

– Migliore sceneggiatura: «The ballad of buster scruggs» di Joel & Ethan Coen

– Premio speciale della giuria a «The Nightingale» di Jennifer Kent, unica regista donna presente nel concorso principale della Mostra

– La coppa Volpi per il miglior attore: Willem Dafoe nel film «At eternity’s gate» di Julian Schnabel

– Premio per la migliore attrice: Olivia Colman nel film «The favourite» di Yorgos Lanthimos

— Premio Marcello Mastroianni a un giovane attore o attrice emergente: Baykali Ganambarr nel film «The Nightingale» di Jennifer Kent

(Foto credits: Ansa)

TAG: Netflix