report segreto asia argento Jimmy Bennet
|

Asia Argento, Jimmy Bennett scriveva: «Non è possibile che una donna ti violenti»

C’è un report segreto su Asia Argento, svelato in esclusiva questa mattina dal Fatto Quotidiano. In queste pagine, firmate da un team di investigatori privati, si chiariscono alcuni aspetti della vita di Jimmy Bennett che aveva accusato l’attrice ispiratrice del #MeToo di molestie sessuali nei suoi confronti quando era ancora minorenne. E nel report si svelano una serie di cose che possono essere utili a chiarire la vicenda all’interno della quale Asia Argento è finita.

 

LEGGI ANCHE > Asia Argento sparisce dallo show della CNN con Anthony Bourdain

 

C’è un report segreto su Asia Argento, cosa contiene

Il report punta a costruire l’immagine di Asia Argento, che aveva denunciato di essere stata violentata da Harvey Weinstein, scatenando l’ira del mondo del cinema e non solo, come vittima delle accuse di Jimmy Bennett. Quest’ultimo, pochi mesi dopo i presunti rapporti sessuali avuti con l’attrice italiana scriveva pubblicamente su Twitter: «Che significa quando una donna dice che ti violenta? È mai possibile una cosa del genere?». L’uscita pubblica di Bennett risale al 26 novembre 2013, ovvero esattamente sei mesi dopo i fatti per cui accusa Asia Argento.

Su Jimmy Bennett, secondo il report di cui è entrato in possesso Il Fatto Quotidiano (che lo pubblica in un articolo firmato da Silvia D’Onghia e Stefano Feltri), graverebbe anche un’accusa di minacce e molestie arrivata nel 2015 da Rachel Fox (Desperate Housewives), un’attrice che aveva una relazione con lui. E la Corte Suprema di Los Angeles aveva emesso un ordine restrittivo nei confronti di Bennett e di sua madre.

Le accuse di Rachel Fox

Non solo: la stessa Fox aveva già accusato Bennett di «sesso con minori, stalking e pornografia minorile». Il tutto sempre per presunta esperienza diretta della stessa Rachel Fox che, all’epoca della relazione con Bennett era minorenne: «Mi ha manipolata facendomi mandare via Snapchat alcune foto di me nuda – avrebbe detto -: questo mi avrebbe creato un danno emotivo».

La richiesta di risarcimento ad Asia Argento, che attraverso il suo compagno defunto Anthony Bourdain si era offerta di versare 380mila dollari in cambio del suo silenzio, sarebbe arrivata in coincidenza con un periodo di gravi ristrettezze economiche per Bennett che era anche in causa con is suoi genitori per la gestione del patrimonio che aveva accumulato nel corso della sua breve carriera nel mondo dello spettacolo. Nel frattempo, l’attrice è stata ‘licenziata’ da X-Factor, non comparirà nelle puntate di Parts Unknown della CNN ed è sottoposta a una gogna mediatica senza precedenti, accusata di essere incoerente. Basterà questo report a far cambiare il vento?

(Foto credit: ANSA / INSTAGRAM ASIA ARGENTO)